Corrado Bologna

Giornate di speranza

Quando e Dove

Prezzo

Evento Gratuito

Promotori

Dicastero Giovani ed Eventi
Via Trevano 55
6900 Lugano
+41 (0)58 866 74 40
[email protected]
www.agendalugano.ch

Al pittore occorrono molte giornate di lavoro per completare l'affresco. All'uomo molte giornate di vita per creare la speranza.
La speranza esige tenacia e pazienza, fatica quotidiana, non slancio utopico. Solo alla luce radente la parete affrescata svela la sovrapposizione delle “giornate” di pittura depositate da molte mani; ma alla fine sulla superficie del dipinto le tracce del lento costruire scompaiono, lasciando intatta la percezione della Bellezza.
«La speranza d'un mucchio d'ombra / e null'altro è la nostra sorte?» (G. Ungaretti): risuona nella voce della modernità l'antico terrore dell'Ecclesiaste dinanzi all'impenetrabile natura dell'esistenza («Tutto è vuoto niente / Tanto soffrire d'uomo sotto il sole / che cosa vale?»). La risposta giunge dall'etica del fare, dalla responsabilità assunta e condivisa nella calma edificazione di un futuro radicato qui e ora: «La speranza è nell'opera. / Io sono un cinico a cui rimane / per la sua fede questo al di là. / Io sono un cinico che ha fede in quel che fa» (V. Cardarelli).
Resta, alla fine, un sorriso, l'ironia di un dubbio: «Ah, “Quale folle danza” / (mi misi a canticchiare, / così, per non disperare / nel buio) “è la Speranza”» (G. Caproni).

Corrado Bologna

Corrado Bologna (Torino, 1950) è professore di Filologia romanza all'Università di Roma Tre, e insegna Letteratura italiana medioevale e umanistica presso l'Università della Svizzera Italiana di Lugano. Ha scritto libri e saggi sui trovatori provenzali, su Dante, Petrarca, Ariosto, Cervantes, Manzoni, Gadda, Unamuno, Pessoa. Ha studiato il tema della vocalità (Flatus vocis. Metafisica e antropologia della voce, 1992) e il rapporto fra testi e immagini. Ha edito fra l'altro K. Kerényi, Nel labirinto, 1983; J. Starobinski, Ritratto dell'artista da saltimbanco, 1984; E. Castelli, Il demoniaco nell'arte, 2007. Per le scuole superiori nel 2010 ha pubblicato presso Loescher l'antologia della letteratura italiana Rosa fresca aulentissima.