Il silenzio è obbligatorio

Teatro Paravento

Quando e Dove

Prezzo

Maggiori informazioni biglietti e prenotazioni 
Tel. 091. 751 93 53
www.teatro-paravento.ch

Promotori

Teatro Paravento
Via Cappuccini 8
6600 Locarno
+41 (0)91 751 93 53
[email protected]
www.teatro-paravento.ch

Links

Produzione Teatro d'Emergenza

di Massimiliano Zampetti 

regia Luca Spadaro
con Antonio Ballerio, Mirko D’Urso, Silvia Pietta, Anahì Traversi, Massimiliano Zampetti

Questa è una commedia che affronta l’ultimo e il più grande dei tabù: la morte. Tutte le scene si svolgono in una camera ardente. In questa commedia ci sono tre generi di personaggi: coloro che con la morte convivono per lavoro, coloro che la incontrano, come un’inattesa vicissitudine. E infine ci sono i morti, che dovrebbero essere i protagonisti e invece se ne stanno quieti nelle loro scatole di legno. Morti e vivi sono esseri di due specie diverse perché i vivi, per quanto colpiti, non riescono a interrompere il flusso della vita e fanno rumore, guardano, toccano, sanguinano, progettano. I morti, invece, sono morti e basta. Pare che dormano, diciamo noi, hanno smesso di soffrire, diciamo noi. Ma le parole coi morti non c’entrano, sono roba da vivi. E stranamente in una camera ardente c’è tanta vita, un fiume di vita dirompente che a stento le quattro mura possono trattenere. Perché la morte ci commuove, ci spaventa, ci esalta, ci prende talmente che non ne lasciamo neanche un po’ ai morti. Come diceva un drammaturgo famoso: il comico non è altro che il tragico visto da fuori e sicuramente chiunque a un funerale non sia dentro una cassa può scivolare su una buccia di banana.

Manifesto Inverno-Primavera 2014