Musicisti della Grande Guerra

Words Festival - LongLake

Quando e Dove

Prezzo

Evento Gratuito

Promotori

Dicastero Cultura, Sport ed Eventi - Divisione eventi e congressi
Via Trevano 55
6900 Lugano
+41 (0)58 866 48 00
[email protected]
www.luganoeventi.ch

Sono molte le domande da porsi sul tema, vasto e complesso, dei rapporti che legarono musica e politica dall’inizio del regime fascista allo scoppio della Prima guerra mondiale.

L’edizione 2014 di Note al Tramonto sarà dedicata al periodo della storia della musica a cavallo tra ‘800 e ‘900, che ha coinciso con la nascita del jazz, con un periodo magico per il teatro musicale e – a livello politico – anche con lo scoppio della prima guerra mondiale.

Le Note al Tramonto 2014 vogliono far rivivere la musica di quei decenni attraverso una serata speciale dedicata ai musicisti e agli scrittori della Grande Guerra, con la musica che si poteva ascoltare durante le tappe dell’Orient-Express e con le più belle arie di Puccini. Occupandoci di musica a 360º, sia per quanto riguarda i generi che i periodi, vorremmo anche ricordare l’anniversario di grandi compositori quali C.W. Gluck e C.P.Bach, nati entrambi nel 1714.

Sono molte le domande da porsi sul tema, vasto e complesso, dei rapporti che legarono musica e politica dall’inizio del regime fascista allo scoppio della Prima guerra mondiale. È necessario tornare agli anni a cavallo fra ‘800 e ‘900 per capire quale fosse il panorama musicale italiano che si prospettava all’inizio dell’epoca fascista. Di questo tema parlerà il compositore e pianista Paolo Colombo. A colloquio con il giornalista musicale Claudio Ricordi, Colombo parlerà soprattutto della musica scritta da Giacomo Puccini e ne offrirà esempi al pianoforte.