Amadeus

Chi è di scena - Teatro Sociale

Quando e Dove

Prezzo

Cat.A

Maggiori informazioni

I biglietti sono ottenibili presso Bellinzona Turismo (tel. 091 825 48 18), sul sito www.ticketcorner.ch e presso tutti i punti vendita Ticketcorner

Promotori

Teatro Sociale Bellinzona
Piazza Governo 11
6500 Bellinzona
+41 (0)91 820 24 44
[email protected]
www.teatrosociale.ch

Links

"Amadeus" è il titolo della pièce teatrale in due atti scritta da Peter Shaffer nel 1978, da cui è stato successivamente tratto l'omonimo film del 1984 diretto da Milos Forman che ebbe grandissimo successo.

Il dramma racconta il tentativo del compositore italiano Antonio Salieri di distruggere la reputazione dell'odiato avversario Wolfgang Amadeus Mozart. Shaffer scrive la pièce traendo spunto dal dramma di Puskin intitolato "Mozart e Salieri" in cui quest'ultimo per gelosia ed invidia avvelena Mozart.

Nel testo di Shaffer non vi è unità di tempo e di luogo. L'ambientazione cambia vertiginosamente dalla fine del '700, periodo in cui Mozart preceduto dalla sua fama incontra Salieri a Vienna, al primo ventennio dell'800 nel quale Salieri, ormai vecchio e malato, mette in giro la voce infondata di aver assassinato Mozart nel 1791. Perché? Per essere ricordato anche lui dai posteri! Se non come musicista almeno come assassino!

Invidia, rabbia, senso di impotenza, bisogno d'amore e di libertà, indignazione, sono le passioni che muovono ed animano i protagonisti della storia e gli altri personaggi che gravitano intorno a loro. "Amadeus" è un capolavoro di modernità vestita con gli abiti del Settecento. Uno spettacolo che cerca di rifuggire forme stereotipate di mise en scène vecchie e cadenti, privilegiando la bellezza degli ambienti e dei costumi, la profondità del racconto, il gioco attoriale, la relazione viva tra i personaggi.

Al termine dello spettacolo del 12 dicembre seguirà incontro con la compagnia.

Programma Teatro Sociale PDF

di Peter Shaffer
con Tullio Solenghi, Aldo Ottobrino, Roberto Alinghieri, Arianna Comes, Davide Lorino, Elisabetta Mazzullo, Andrea Nicolini
Produzione: Teatro Stabile di Genova / Compagnia Gank, 2014
Regia: Alberto Giusta
Scene e costumi: Laura Benzi
Luci: Sandro Sussi