L'inconscio possibile

Parallelismi in movimento nell'arte fotografica

Quando e Dove

Prezzo

Entrata CHF 5.-

Promotori

MACT/ CACT
Via Tamaro 3
6500 Bellinzona
+41 (0)91 825 40 85
[email protected]
www.cacticino.net

Extra

Se nel Golden Age della fotografia, essa stessa assumeva il peso della propria responsabilità, oggi si discute di fotografia per vie bi- o poli laterali, laddove l’artista pone l’accento della sua ricerca sulla transmedialità del mezzo di produzione, ossia la negazione di qualsivoglia sua predominanza.

Così, gli artisti di questa mostra, pur utilizzando la macchina fotografia come il pittore il proprio pennello e la tavolozza, si allontanano dalla tradizione della Fotografia e superano anche l’imbarazzo della macchina come elemento pregnante e di fondamentale produzione estetica.

Gli artisti che abbiamo analizzato e scelto si inseriscono a pieno titolo in quel gruppo di autori, che si sono chinati, agli albori di questo processo di rinnovamento all’interno del rapporto arte-tecnologia, sullo studio della macchina come fenomeno da esaminare in relazione a una società che cambia e che vede una pericolosa prevaricazione – anche dal punto di vista della comunicazione e della propaganda o proselitismo economico-politici – del ‘mezzo’ sul ‘messaggio’.

Programma

Andrea Good
Stefania Beretta
Dorothee von Rechenberg
Alessandra Spranzi
AnneliesŠtrba
Mark Yashaev