Simonetta Ferrante

La memoria del visibile: segno, colore, ritmo e calligrafie

Quando e Dove

Prezzo

Promotori

Centro Culturale Chiasso
Via Dante Alighieri 3b
6830 Chiasso
[email protected]
www.centroculturalechiasso.ch

Extra

Orari apertura
martedì – domenica dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 18.00
lunedì chiuso

chiusura estiva del m.a.x. museo
da lunedì 1° agosto a lunedì 22 agosto compresi

 

Simonetta Ferrante (Milano, 1930) intrattiene fin da giovanissima rapporti di lavoro e amicizia con i principali esponenti del circolo internazionale di grafici, designer e fotografi presenti nella metropoli lombarda, ma non solo. Inizia la sua attività in graphic design presso Max Huber e presso Pier Giacomo Castiglioni, frequenta su consiglio di Giovanni Pintori la Central School of Arts and Crafts di Londra, lavora con Bob Noorda, poi con Bruno Munari, collabora con Giovanna Graf e Carlo Pollastrini per i Supermercati Esselunga, Galgano, Fotorex, Elettrocarbonium, 3M-Minnesota, Mondadori, Rizzoli e DataControl.
Si dedica in seguito all’incisione, alla pittura, al collage, ai libri d’artista, alle installazioni e, in particolare, è affascinata dall’arte calligrafica.
Tali ambiti disciplinari sono complementari e da intendersi quali fasi di un’unica poetica artistica diretta allo studio del segno, del colore, del ritmo e della scrittura: fra grafica, design, arte e calligrafia.

Eventi collaterali durante l’intero periodo espositivo.
Con il patrocinio di Aiap-Associazione italiana design della comunicazione visiva e del Gruppo Calligrafia Ticino.

Mostra a cura di: Claudio Cerritelli, Nicoletta Ossanna Cavadini

Immagine: flickr.com - RoballosNaab Calligrafia