OtherMovie Lugano Film Festival

5° edizione

Quando e Dove

Prezzo

CHF 10.- un film o un blocco di cortometraggi
CHF 50.- Pass per tutto il Festival

Ingresso libero allo Spazio 1929, Spazio Aperto e Area PangeArt 
(necessario prenotare allo +41 (0)91 857 39 79)

Promotori

OtherMovie Lugano Film Festival
6900 Lugano
[email protected]
www.othermovie.ch

Extra

Info e iscrizioni per l’evento del 4 e 5 giugno presso REC: [email protected]

Maggiori informazioni

Transizioni e migrazioni. Il tema scelto da OtherMovie per la sua quinta edizione non sarebbe potuto essere più d'attualità e d'altro canto la volontà di parlarne è quasi una necessità, dato il dna del festival. Il nostro spazio non può ignorare la propria natura primaria. Essere un ponte culturale tra Est e Ovest nelle intenzioni, nelle parole e nei fatti. Il progetto no profit, come da sua tradizione, presenterà al pubblico pellicole provenienti da diversi festival europei, con un occhio di riguardo all'Europa del Sud-Est. E proprio per la sua natura di ponte, di collegamento, il rapporto con i partner locali è crescente e sempre più importante. Tra le novità della quinta edizione, infatti, vi è la collaborazione con spazi espositivi e realtà anche fuori dall'agglomerato luganese, culla di nascita della rassegna culturale e cinematografica. L’appuntamento 2016 è previsto dal 5 al 11 giugno, con alcuni eventi speciali previsti un giorno prima e due giorni dopo le date ufficiali.

Il focus su cui costruire la programmazione e sviluppare i dibatti è legato quest'anno alla tematica degli spostamenti, delle migrazioni, delle divisioni e dei muri che ci spaventano, delle storie di chi è protagonista. Di chi parte, di chi resta e anche di chi accoglie. E in quest'ottica il filo spinato, i muri che sempre più spesso caratterizzano confini e menti del Vecchio Continente lasciano spazio nelle intenzioni a chi desidera accogliere, aiutare, comprendere o perlomeno conoscere. Ci auguriamo che le proposte cinematografiche sul tema, i dibattiti e le tavole rotonde, le performances artistiche, gli accompagnamenti musicali e il coinvolgimento diretto dei migranti che sono alloggiati nelle strutture di prima accoglienza possano darci qualche strumento in più per riflettere e per affrontare questa crisi. Questo particolare momento storico non può lasciare indifferenti e il modo migliore per affrontarlo è la conoscenza, la condivisione, il confronto.

Locandina
Programma 2016