Luigi Comencini Italia 1945-1948

Inaugurazione mostra fotografica

Quando e Dove

Prezzo

Evento Gratuito

Promotori

Cinema Lux Art House
Via Giuseppe Motta 67
6900 Massagno
+41 (0)91 967 30 39
[email protected]
www.luxarthouse.ch

Sterratori al lavoro, contadini in città, un pittore della domenica, bambini che giocano o che ci guardano: l’atmosfera sospesa del primo dopoguerra. Nulla sarà più come prima ma il futuro ancora non si riesce a immaginare. Ogni scatto racconta una piccola storia: ci penserà il cinema a unirle. Sono sorprendenti i 50 scatti in bianco e nero di Luigi Comencini (1916-2007), fotografo un momento prima di diventare regista. Fotografie tanto più preziose perché sono le uniche ritrovate, sopravvissute tra i 2000 negativi degli anni ‘30-‘40 andati purtroppo perduti.
Sono immagini che, restaurate in alta definizione partendo dagli originali cromatismi di uno splendido bianco e nero, preannunciano la visione del mondo di Comencini regista nel cui universo tanta parte avranno non solo i bambini, ma in generale gli incompresi, i deboli, gli antieroi. Numerose ed evidenti infatti le connessioni tra le fotografie di Comencini e la sua opera di regista e fondatore con Alberto Lattuada, nel 1947, della Cineteca Italiana a Milano, il primo archivio cinematografico del nostro Paese. La mostra, a cura di Fondazione Cineteca Italiana in collaborazione con LUX art house, è una delle manifestazioni con cui la Cineteca vuole ricordare e omaggiare la memoria del suo fondatore alla vigilia del centenario dalla nascita.

A seguire 3 cortometraggi:
Bambini in città
Il museo dei sogni
L'ospedale del delitto

Intromostra