Quale servizio pubblico in Svizzera? Sfide e contraddizioni

Quando e Dove

Prezzo

Evento Gratuito

Promotori

Coscienza Svizzera
Casella Postale 1559
6500 Bellinzona
[email protected]
www.coscienzasvizzera.ch

Extra

La serata è aperta al pubblico e sarà seguita da un aperitivo offerto.

Le registrazioni video dei tre incontri del ciclo Servizio pubblico e coesione federale sono accessibili sul sito di coscienza svizzera.

Il destino della Posta, il ruolo delle FFS e quello della Radio-televisione: sono alcuni dei temi che stanno suscitando forti reazioni nell’opinione pubblica svizzera in questi mesi. In gioco ci sono interessi non sempre convergenti fra attese dei cittadini-utenti, scelte politiche, esigenze aziendali e cambiamenti tecnologici. Il Gruppo di studio e di informazione Coscienza svizzera ha deciso di organizzare un dibattito su questi temi, nella consapevolezza che essi pongono anche sfide notevoli alle relazioni fra le realtà regionali e linguistiche del Paese, in particolare per la Svizzera italiana. 

Le domande che ci cercherà di affrontare sono cruciali: cos’è il servizio pubblico e come si struttura in un Paese federalistico come la Svizzera? Come è cambiato il suo funzionamento e il suo significato negli ultimi decenni? Quale futuro per il servizio pubblico nella Svizzera italiana? 

Ne parleranno Marco Marcacci (storico), Orazio Martinetti (storico e giornalista), Oscar Mazzoleni (politologo), Remigio Ratti (economista e presidente di CS), Sergio Roic (scrittore e giornalista).
La serata sarà moderata da Giancarlo Dillena, giornalista, già direttore del Corriere del Ticino.

Programma

Giancarlo Dillena, giornalista, già direttore del Corriere del Ticino, è attualmente membro del Laboratorio di Argomentazione nei Contesti della Pubblica Sfera dell’Università della Svizzera italiana.

Marco Marcacci è autore di numerose pubblicazioni sulla storia politica e culturale dell’Ottocento e del Novecento tra cui diversi contributi sul Ticino. È membro della redazione della rivista Archivio storico ticinese e della Fondazione Pellegrini-Canevascini.

Orazio Martinetti ha studiato al Liceo economico-sociale di Bellinzona e successivamente all’Università di Basilea. Già giornalista radiofonico (Rete Due), è autore di numerose ricerche di storia dei movimenti sociali e di storia delle idee.

Oscar Mazzoleni, laureato in sociologia e antropologia, è dottore in storia contemporanea. È professore titolare di scienza politica e direttore dell’Osservatorio della vita politica regionale dell’Università di Losanna.

Remigio Ratti ha svolto gli studi universitari e post-universitari a Friborgo, Trieste e Leeds. Già direttore dell’IRE e della RTSI, è stato Consigliere nazionale fra il 1995 e il 1999. È professore titolare all’Università di Friburgo.

Sergio Roic, laureato in filosofia e lettere italiane, è giornalista culturale presso il Corriere del Ticino e insegnante.
Autore di due romanzi e due raccolte di racconti e di tre libri-intervista, è vicepresidente del PEN Club della Svizzera italiana e retoromancia.