PiazzaParola #2

Don Giovanni - Il codice della seduzione

Quando e Dove

Prezzo

Evento Gratuito

Promotori

Società Dante Alighieri della Svizzera Italiana
6900 Lugano
+41 (0)91 646 74 00
[email protected]
www.dantealighierilugano.ch

Extra

In caso di cattivo tempo l'evento verrà realizzato presso il Palazzo dei Congressi Lugano, Sala E

L’edizione 2017 di PiazzaParola - la rassegna letteraria che si terrà nel mese di settembre a Lugano - è dedicata alla figura di Don Giovanni. Personaggio letterario che ha oltrepassato i confini della letteratura per ispirare opere teatrali, romanzi e saggi filosofici, oltre che a opere musicali, fino a raggiungere l’immaginario collettivo.

Programma della serata:

Saluto di Roberto Badaracco Capo Dicastero Cultura, Sport ed Eventi, Città di Lugano.

Sveva Casati Modignani 
La seduzine della scrittura;

Carlo Caruso 
I volti di Don Giovanni

Marcella Pult Palmara 
Oscar Peer, uno scrittore da riscoprire.

Gilberto Isella 
Le metamrfosi di un personaggio

Letture: Cristina Zamboni

Conducono la serata: Michele Amadò Sabrina Faller

Programma completo

Sveva Casati Modigliani
(pseudonimo di Bice Cairati). È una firma molto amata della narrativa contemporanea: i suoi romanzi, tradotti in 20 lingue, hanno venduto oltre 12 milioni di copie. Ha esordito nel 1981 con Anna dagli occhi verdi.  Da  allora  ha  pubblicato 30 romanzi, alcuni dei quali diventati fiction  televisive e  film, che ripercorrono, attraverso le vicende  familiari e sentimentali dei protagonisti, la storia italiana recente, i mutamenti sociali e il valore del ruolo della donna nella società. Tra i titoli di maggiore successo: Il barone (1982), Lo splendore della vita (1991), Come vento selvaggio (1994), Caterina a modo suo (1997), Vaniglia e cioccolato (2000), Qualcosa di buono (2004), Singolare  femminile (2007), La Vigna di Angelica (2015), Dieci e lode (2016). Tre le opere autobiografiche: Il diavolo e la rossumata (2012), Un battito d’ali (2017).

Carlo Caruso
È professore ordinario di Letteratura Italiana all’Università di Durham (Gran Bretagna). Presso l’Università di Siena lavora nell’ambito del programma ministeriale “Rientro dei cervelli”. Si è occupato del rapporto tra poesia e musica nel Settecento, curando tra l’altro l’edizione dei melodrammi di Paolo Rolli (Paolo Rolli. Libretti per la musica, 1993). Tra i temi al centro delle sue ricerche: l’importanza della tradizione classica nella letteratura italiana, poesia e arti figurative nel Rinascimento e nell’età barocca, letteratura e mito. Tra le sue pubblicazioni più recenti: Adonis. The Myth of the Dying God in the Italian Renaissance (2013) e Orazioni accademiche (2009).

Marcela Pult Palmara
Nata e cresciuta a Roma, ha studiato storia dell’arte a Firenze. Dal 1979 in Svizzera, attualmente vive e lavora a Coira. All’attività di insegnante presso l’Alta Scuola Pedagogica del Grigioni ha affiancato quella di traduttrice e di lettrice per varie case editrici, in particolare per testi nell’ambito della storia dell’arte e della protezione dei monumenti storici. Ha tradotto in italiano varie opere letterarie, tra cui i romanzi dello scrittore di lingua romancia Oscar Peer.

Gilberto Isella
Poeta, critico  letterario  e  traduttore, è nato e vive a Lugano. Ha insegnato italiano presso il Liceo cantonale di Lugano e alla SUPSI. Redattore della rivista Bloc Notes, collabora con giornali e riviste di cultura svizzere ed europee. Autore di numerosi saggi e articoli critici. Ha curato diverse antologie poetiche. Dal francese ha tradotto tra l’altro Ch. Racine, Dupin e Demangeot. Tra le sue ultime raccolte poetiche: Caro aberrante fiore (2013), Liturgia minore (2015), L’occhio piegato (2015) e Materie se non luci (2017). Per il teatro ha scritto Ibridazioni (2006), Messer Bianco vuole partire (2009) e, quest’anno, Il giardino della vita, per la musica di J. M. Sànchez Verdù.