Chiaro di luna

Rassegna HOME

Quando e Dove

Prezzo

Intero: CHF 20.– / CHF 15.– con Lugano Card e Lugano Card City
Ridotto AVS e AI: CHF 15.– / CHF 10.– con Lugano Card e Lugano Card City
Giovani < 26: CHF 10.– / CHF 7.– con Lugano Card e Lugano Card City

Promotori

Divisione Eventi e Congressi
Via Trevano 55
6900 Lugano
+41 (0)58 866 48 00
[email protected]
www.luganoeventi.ch

Extra

Prevendite online:
www.biglietteria.ch

Prevendite:

Sportello Foce
Via Foce 1, 6900 Lugano
T. +41 (0)58 866 48 00
[email protected]
Lun - mer - ven: 08:00-12:00 / 13:30-17:30
Mar - gio: 08:00-18:30
Sab - dom: 13:30-18:30

Links

Accademia degli Insonni
Di Harold Pinter

Andy e Bel, i loro tre figli Jake, Fred e Bridget, e Ralph e Maria, vecchi amici un tempo intimi ora lontani, segnano il percorso di “Chiaro di luna”, atto unico di Harold Pinter. L’assurdità del quotidiano, le bizzarrie del caso, le attese deluse, i frammenti di un passato faticosamente recuperati e solo in apparenza rielaborati, vanità elevate a mete gloriosamente raggiunte, luoghi-non luoghi assunti a silenziosi, protettivi rifugi. Il tutto detto in dialoghi e monologhi sottilmente ironici, a volte sarcastici, spesso divertenti, ai confini dell’assurdo e del comico o elegiaci e sentimentali, stupiti e dolenti. È il modo di Pinter, stupefacente e poetico, di descrivere la nostra vita, il nostro tempo, l’oscuro e misterioso senso delle cose e l’autoconvincimento consolatorio che, comunque, si è vissuto, fra temporanei approdi amorosi, pratiche di virtù morali e sociali cui si fa fatica a credere, esistenze segnate da deliri paranoidei, definitivamente annegate nell’assurdo. A tutto ciò partecipiamo con empatia e simpatia, spesso con il sorriso: in scena vi sono i nostri dilemmi, le giustificazioni che diamo ai nostri atti, le scorciatoie che percorriamo per scansare l’ignoto, insostenibile senso del nostro vivere.

Di: Harold Pinter
Con: Mario Anaclerio, Maria Stella Anaclerio, Stefano De Paolis, Mauro Giosi, Fulvia De Thierry, Michele Suozzo, Marilù Anaclerio
Regia: Vincenzino Siani
Scene e costumi: Sabina Giucci
Luci: Corrado Corsale
Produzione: Accademia degli Insonni