Neruda

Pablo Larraín - La Storia come prologo del presente

Prezzo

CHF 10.-
CHF 8.-
CHF 6.-

Promotori

LuganoCinema93
6900 Lugano
[email protected]
www.luganocinema93.ch

Dove e Quando

Cinema Iride
Quartiere Maghetti
6900 Lugano
Vedi sulla mappa

20.02.2018

dalle 20:30

Uno dei tanti compiti dei cineclub è dare conto delle emergenze. Quelle dell’attualità contemporanea, certo, come spesso facciamo nelle rassegne tematiche. Ma in senso più etimologico anche quelle che riguardano il sorgere e l’affermarsi di nuove figure di riferimento, in particolare di registi in grado di tracciare un solco preciso con la loro opera, magari già dopo pochi film.
È sicuramente il caso di Pablo Larraín, che in pochi anni di carriera e sette titoli (tutti proposti in questa retrospettiva) ha saputo conquistare i favori dei grandi festival e della critica.

Regia di Pablo Larraín

Cinema giallo/storica | Argentina, Cile, Spagna, Francia | 2016 | 107'
v.o. spagnolo, st. francese/tedesco

Con  Luis Gnecco, Gael García Bernal, Mercedes Morán, Diego Muñoz, Pablo Derqu

Cile, 1948. Il governo di Gabriel Gonzalez Videla, eletto grazie ai voti della sinistra, sceglie di abbracciare la politica statunitense e di condannare il comunismo alla clandestinità. Pablo Neruda, poeta, senatore e massima personalità artistica del Paese, avversa decisamente questa decisione, fino a diventare il ricercato numero 1. In accordo con il partito comunista, Neruda sceglie l'esilio anziché il carcere, ma per riuscire a fuggire deve fare i conti con Oscar Peluchonneau, l'ispettore di polizia che Videla sguinzaglia contro di lui.

Rassegna Pablo Larrain