Dacia Maraini: se conosco la Svizzera

Quando e Dove

Prezzo

Evento Gratuito

Promotori

CORSI Società cooperativa per la Radiotelevisione svizzera di lingua italiana
Via Canevascini 7
6900 Lugano
+41 (0)91 803 60 17
[email protected]
www.corsi-rsi.ch

Extra

Per prenotazioni e iscrizioni:
[email protected]
oppure telefonando al numero +41 (0)91 803 65 09

Al termine sarà offerto un rinfresco.

La CORSI propone la serata dal titolo Dacia Maraini: se conosco la Svizzera. All’incontro, moderato da Barbara Bassi (esponente della Commissione federale dei media COFEM), saranno presenti la scrittrice e giornalista italiana Dacia Maraini, e l’avv. Giovanna Masoni Brenni, già vicesindaco di Lugano, che si confronteranno sui temi fondanti il servizio pubblico radiotelevisivo.

La prospettiva della nota scrittrice italiana aiuterà a fornire un’opinione attenta e autorevole sul funzionamento del servizio pubblico elvetico, unico nel suo genere in quanto rivolto ad una realtà pluralista e plurilinguista. E, nondimeno, Dacia Maraini sarà chiamata a esprimersi sulla qualità dell’informazione culturale, formativa, politica e cronachistica veicolata dal nostro servizio pubblico. Il modello ora in vigore risponde alle esigenze delle peculiarità svizzere? E nell'era dell'iper-informazione e del web, la crescita culturale di un Paese è legata anche a buoni programmi culturali? Cosa ci dicono le esperienze di altri Paesi, dove i programmi di apprendimento informativo o culturale sono del tutto trascurati? E ancora, come viene considerata in Italia la RSI, specialmente in ambito formativo e culturale?

Infine, dai sondaggi che precedono la votazione è emersa la tendenza che vede le donne contrarie all’abolizione del canone radiotelevisivo: come mai? In una serata al femminile, il parere en rose sull’iniziativa No Billag, orientato verso il No, verrà certamente alla luce.

Locandina

Relatrici:
Dacia Maraini, scrittrice e giornalista
Giovanna Masoni Brenni, avvocato e notaio, già vicesindaco di Lugano

Moderatrice:
Barbara Bassi, esponente della Commissione federale dei media (COFEM)