Dove cadono le ombre – Serata omaggio a Mariella Mehr

ChiassoLetteraria 2018

Prezzo

Entrata: CHF 10.- / CHF 8.- / CHF 6.-.


Informazioni: tel. +41 (0)91 646 16 54

Promotori

Chiasso/Letteraria
Via Livio 7
6830 Chiasso
+41 (0)79 284 64 86
[email protected]
www.chiassoletteraria.ch

Extra

Dove e Quando

Cinema Plaza
Via Luigi Lavizzari
6850 Mendrisio
Vedi sulla mappa

02.05.2018

dalle 18:00
dalle 20:45

La tredicesima edizione di ChiassoLetteraria, festival internazionale di letteratura, avrà luogo dal 2 al 6 maggio 2018 allo Spazio Officina. Il tema del festival è tabù. Nel mondo post-moderno attuale, trasparente e intricato, tutto sembra permesso e la trasgressione quasi un obbligo. Come i tabù determinano e condizionano i nostri comportamenti? Come e perché smantellarli oppure ripensarli criticamente? La letteratura può (o forse deve) accompagnarci nel confronto con i nostri tabù? Scrittori, poeti, musicisti e artisti ci aiuteranno a riflettere attorno a un tema antico e al contempo di bruciante attualità.

Con la proiezione del film Dove cadono le ombre di Valentina Pedicini, alla presenza della regista Valentina Pedicini e della scrittrice Anna Ruchat. In collaborazione con il Cineclub del Mendrisiotto. Dove cadono le ombre è un film di Valentina Pedicini, con Elena Cotta, Federica Rossellini, Josafat Vagni, Lucrezia Guidone (Italia, 2007, 95 Min., Fandango).

Il film racconta una pagina nera della recente storia svizzera: il tentativo di annichilimento genetico e culturale del popolo nomade degli Jenisch, conosciuto con il nome di Kinder der Landstrasse. Tra il 1926 e il 1973, centinaia di bambini vengono brutalmente strappati alle loro famiglie, “ricoverati”, stipati in fatiscenti istituti dove ha luogo la rieducazione.Condannati per anni a una serie di crudeli torture fisiche e psicologiche (bagni gelati, elettroshock, sterilizzazione), molti di loro si aggrappano ai brandelli di quell’infanzia rubata, finendo per diventare anime “bambine” incastrate in corpi di adulti. Anna (Federica Rosellini), infermiera di un vecchio istituto per anziani, è tra quelli che hanno provato a dimenticare e a ricostruire un rifugio accogliente sulle ceneri dell’ex orfanotrofio in cui è cresciuta. Ma quando dal passato riappare Gertrud (Elena Cotta), una vecchia signora dai modi gentili, tutto precipita e il nastro dell’orrore si riavvolge.