Echi dall'antichità. Carl Burckhardt (1878-1923). Uno scultore tra Basilea, Roma e Ligornetto

Quando e Dove

Prezzo

CHF 12.­-
Ridotto e Gruppi: CHF 8.-
Scuole del Canton Ticino: ingresso gratuito
Altre scuole: CHF 3.-

Visite guidate (massimo 20 persone): CHF 150.- (italiano) / CHF 180.- (francese/tedesco/inglese)

Promotori

Museo Vincenzo Vela
Largo Vela
6853 Ligornetto
+41 (0)58 481 30 44
www.museo-vela.ch

Extra

Orari:
giugno - settembre 10.00-18.00
ottobre - dicembre 10.00-17.00
Tutte le domeniche 10.00-18.00
chiuso lunedì

Aperture speciali
1. agosto
15 agosto

In occasione del finissage, che si terrà il 28.10.2018, della mostra Echi dall’antichità. Carl Burckhardt 1878-1923. Uno scultore tra Basilea, Roma e Ligornetto è proposto un concerto di grande fascino della soprano Monica Trini e dell’arpista Lorenza Pollini.  In programma, brani di compositori del Novecento, tra cui Britten, Poulenc, Ghedini e Ginastera, che invitano al viaggio attraverso le canzoni popolari di tutto il mondo, dall’Inghilterra all’Argentina, dalla Spagna all’Italia.

Maggiori info

Il titolo evoca un tratto essenziale della produzione dell’artista, che attinge i soggetti delle sue opere dalla mitologia classica, da Zeus e Amore, dalle Amazzoni alle figure allegoriche ai cavalieri eroici. A 40 anni dall'ultima retrospettiva, il Museo accoglie circa 120 opere, provenienti da musei e collezioni di prestigio (tra cui il Kunstmuseum di Basilea e il Kunsthaus di Zurigo), oltre che da raccolte private svizzere.

Echi dall'antichità rientra nel novero delle mostre di studio che il Museo dedica ad artisti di indubbio valore, ancorché poco conosciuti in ambito italofono. L'esposizione presenta un nucleo consistente delle opere scultoree di Carl Burckhardt, unitamente a una selezione di dipinti e disegni. Un'attenzione particolare è riservata alle opere scultoree che Burckhardt eseguì per tre importanti edifici progettati dal celebre architetto Karl Moser: la Pauluskirche di Basilea, il Kunsthaus di Zurigo e la stazione badese di Basilea. 

Curatatori: Gianna A. Mina e Tomas Lochman

Foto: Flickr.com - Marie Thérèse Hébert & Jean Robert Thibault