La fotografia di viaggio e reportage con Marco Urso

Dai singoli scatti alla narrazione fotografica

Quando e Dove

Prezzo

CHF 75.- 
CHF 50.- per i possessori dell’abbonamento LuganoPhotoDays.

Numero di partecipanti: max 50

Promotori

Extra

L’appuntamento è ad ingresso libero ma è consigliabile iscriversi:
Iscrizioni e informazioni

Nell’ultima ora di corso ogni partecipante potrà condividere un paio dei propri scatti. A tale proposito sarà necessario portare tre scatti sin formato Jpeg con base 1920 pixel su una chiavetta USB. Il docente commenterà in pubblico le fotografie con riferimenti a quanto spiegato.

Nel pomeriggio dalle 17:30 alle 19:30 ci sarà "L’Occhio del Fotografo", un incontro/conferenza con l’artista

Marco Urso, nominato “Fotografo dell’Anno italiano 2017”, ha vinto in 3 anni più di 150 concorsi a livello internazionale. È docente per i corsi riconosciuti FIAF e per Fujifilm.

In questo workshop, rivolto a fotografi che, pur conoscendo le tecniche di base, vogliono definire un sistema di ripresa finalizzato alla narrazione di una storia, comprendendo i diversi strumenti offerti dalla tecnologia per ottenere questo fine, Urso, condividerà con i partecipanti la sua esperienza e aiuterà a comprendere meglio la gestione della luce e della composizione, declinata per le diverse tipologie di scatto della Fotografia di Viaggio.

Marco Urso, è un fotografo di wildlife e di viaggio. Le sue immagini sono state pubblicate dalle più importanti riviste a livello internazionale ed esposte in importanti musei a Washington, San Francisco, Toronto, Londra, Mosca, San Pietroburgo, Singapore, Pechino, Tokyo e nelle principali città italiane.
Premiato in più di 150 concorsi in tutto il mondo, tra i quali quelli del National Geographic, Wildlife Photographer of the Year, GDT, Travel Photographer of the Year, Big Picture e Nature Best è ambassador per importanti marchi del settore, tra i quali il prestigioso brand Fujifilm. Ha contribuito allo sviluppo di XT2 e con tale macchina ha scattato la prima foto naturalistica scattata con corredo Fujifilm premiata alla Wildlife Photographer of the Year 2017.