Spartaco, il gladiatore della Tracia

Quando e Dove

Prezzo

Adulti: CHF 12.-
Ridotto: CHF 10.-

Promotori

Museo Vincenzo Vela
Largo Vela
6853 Ligornetto
+41 (0)58 481 30 44
www.museo-vela.ch

Extra

Maggiori informazioni: 
Tel.: +41 58 481 30 44
E-mail 

Nel 2020 ricorre il bicentenario della nascita di Vincenzo Vela. Senza dubbio la sua scultura più famosa è Spartaco (1847-49), salutata al suo apparire quale simbolo della lotta di liberazione al giogo austriaco.

Ancora oggi lo Spartaco di Vela si annovera fra le icone rivoluzionarie dell’arte del XIX secolo. Un mito che affascinò molti, in tutti i campi artistici, e che non mancò di sedurre l’arte cinematografica, che vide nascere il genere dei “forzuti”, sviluppatosi in Italia tra i tardi anni Dieci e i primi Venti. Per anni si è creduto che fosse stato il Maciste di Bartolomeo Pagano in Cabiria (1914) a fornire il modello degli “uomini forti”, ma già un anno prima un altro eroe, Spartaco, il gladiatore della Tracia, piegò il ferro a mani nude regalando uno dei momenti chiave di questo genere cinematografico, con Mario Guaita Ausonia (1881-1956) nel ruolo del leggendario Spartaco.

Flyer

Musiche composte ed eseguite dal vivo (violoncello ed elettronica): Zeno Gabaglio
Arpa e arpa elettrica: Kety Fusco

Immagine: Flickr.com - Mathew696