Lo scultore dipinge

Mostra Gianluigi Giudici

Quando e Dove

Prezzo

Evento Gratuito

Promotori

Fondazione Renato e Gianluigi Giudici
Central Park, -1° piano, Via Riva Caccia 1
6900 Lugano
+41 (0)91 980 41 41
[email protected]
www.fondazionegiudici.com

Extra

La mostra resterà aperta fino al 21 dicembre dal mercoledì al sabato dalle ore 14:00 alle 18:00

Presso la Gipsoteca Gianluigi Giudici di Lugano si tiene la mostra Gianluigi Giudici: lo scultore dipinge che presenta i disegni dell’artista. Giudici (1927-2012) è stato scultore particolarmente apprezzato sia per quanto riguarda la sua ricerca e la sua produzione nell’ambito dell’arte sacra, che lo ha impegnato fin dagli anni giovanili, sia per quanto riguarda i suoi lavori di scultura informale di matrice organica che ha elaborato e prodotto a partire dagli anni Settanta.

Nei dipinti di studio e di progetto per la scultura sacra si può apprezzare il processo creativo che porta alla realizzazione dell’opera, mentre nei disegni e dipinti aventi la scultura organica come riferimento si ha la sorpresa di vedere come l’artista immagini queste sue creazioni come forme viventi e attive entro ambientazioni virtuali ad esse congeniali.

L’occasione di questa rassegna è particolare perché si tratta della prima presentazione ampia della sua produzione grafica e pittorica, da sempre tenuta piuttosto riservata dall’artista. Ed è significativo il fatto che nella selezione si siano volute individuare disegni che rimandano a molte delle opere esposte nella gipsoteca o che da esse sono originati. Oltre 80 sono i fogli esposti assieme ad alcuni dipinti che documentano anche la sua limitata produzione pittorica.

Gianluigi Giudici nasce il 13 luglio 1927 a Casanova Lanza (ora Valmorea) in provincia di Como. Si forma alla Scuola d’arte Castellini di Como e poi “a bottega” nello studio dello scultore Pietro Tavani. Nel 1947 collabora prima e poi dirige un laboratorio di sbalzo in rame a Campione d’Italia, ma poco dopo apre un proprio atelier di cesello e scultura e per anni si dedica principalmente al rinnovamento dell’arredo sacro, ottenendo importanti commissioni soprattutto in Italia e in Svizzera, ma sue opere sono presenti anche in Vaticano, a Lourdes e a Nazareth.
Gianluigi Giudici muore a Valmorea il 16 febbraio 2012.

Immagine fornita dal promotore