Totentanz | EVENTO ANNULLATO

Rassegna HOME

Quando e Dove

Prezzo

Intero:
CHF 20.-
CHF 15.- Lugano Card, Lugano Card City e carta studente IoStudio

Ridotto AVS e AI:
CHF 15.-
CHF 10.- Lugano Card, Lugano Card City e carta studente IoStudio

Giovani < 26:
CHF 10.-
CHF 7.- Lugano Card e Lugano Card City e carta studente IoStudio

Promotori

Dicastero Cultura, Sport ed Eventi - Divisione eventi e congressi
Via Trevano 55
6900 Lugano
+41 (0)58 866 48 00
[email protected]
www.luganoeventi.ch

Extra

Prevendita:
Sportello Foce
Via Foce 1, 6900 Lugano
+41 (0)58 866 48 00
[email protected]

Prevendita online

Da dove vengo? Chi sono? Dove sto andando?
Su quale base il mio mondo è costruito?

Un giorno in autunno ricevetti fra le mie mani il diario di Brigitta, una zia di mia madre. Brigitta era nata a Berlino la primavera del 1923 ed era la più giovane di sei fratelli e sorelle. Amava cantare e recitare. Quando esplose la guerra era una fanciulla in fiore. Aveva 17 anni. Alla fine della guerra, il 12 aprile 1945, nel giorno dell'arrivo degli Americani, venne trovata morta. Il fratello Felix era cinque anni più grande di Brigitta, nato nella primavera del 1918. Felix, studente di filosofia, venne arruolato nel 1939 nel 6. Kompanie Infanterie-Regiment 203 della Wehrmacht, con il reggimento inizialmente basato a Kalisch, oggi Polonia. Venne ferito gravemente nell’estate del 1941 in Ukraine, e morì in luglio 1943 nel tentativo di disinnescare una bomba a mano.

Felix e Brigitta si volevano molto bene. Essendo i due fratelli più giovani, erano molto legati l'uno all'altra. Erano orfani, il loro padre scomparve nel 1924, quando Brigitta non aveva nemmeno un anno e Felix stava per iniziare la scuola. La loro madre morì nel 1940. La loro vicinanza d'età e di spirito li aveva uniti fin dall'infanzia, un amore e una vicinanza che si trasmettevano attraverso l'Europa in guerra. Nelle loro lettere si raccontavano l'uno all'altra.

Uno spettacolo che racconta le vicende di due giovani fratelli, delle loro speranze, paure e riflessioni attraverso un'Europa in fiamme, per i quali una vita senza guerra esiste solo nei ricordi.

MARKUS ZOHNER ARTS COMPANY
Con: Patrizia Barbuiani, Luca Domas, Alessandra Francolini, David Matthäus Zurbuchen
Testo e regia: Markus Zohner
Scenografia e Interaction Design: Sandro Pianetti

Dipinto: ©Christine Zohner