Felicitas Stephan e Cecilia Novarino | EVENTO ANNULLATO

Musica nel mendrisiotto XLII Stagione

Prezzo

Intero CHF 20.-
Ridotti (AVS, AI, studenti) CHF 15.-
Soci Musica nel Mendrisiotto CHF 10.-
Giovani fino a 16 anni e studenti CSI entrata gratuita.

Promotori

Associazione Musica nel Mendrisiotto
Via Vecchio Ginnasio
6850 Mendrisio
+41 (0)91 646 66 50
[email protected]
www.musicanelmendrisiotto.com

Extra

Segue degustazione di vini della Cantina Cavallini di Cabbio.

Pianoforte Steinway Gran Concerto messo a disposizione dall’Associazione Mendrisio“Mario Luzi Poesia del Mondo”, nell’ambito della sezione musicale dedicata ad Arturo BenedettiMichelangeli, presieduta da Paolo Andrea Mettel.

Accesso difficoltoso ai disabili causa scale

Nel vicino Museo d’arte è in corso la mostra dedicata a André Derain.

Dove e Quando

Sala Musica nel Mendrisiotto
Via Vecchio Ginnasio
6850 Mendrisio
Vedi sulla mappa

05.04.2020

dalle 10:30

Bohuslav Martinů (1890-1959). Variazioni su un tema popolare slovacco H 378 nei tempi: Poco Andante, rubato - Moderato - Poco Allegro -Moderato - Scherzo. Allegretto – Allegro
Manuel de Falla (1946-1876). Suite popular española: El Paño Moruno-Nana-Canción-El Polo-Asturiana-Jota.
Ernst Bloch (1885-1977): Prayer da “From Jewish Life”.
Nadia Boulanger (1887-1979). Tre pezzi per violoncello e pianoforte nei tempi: Vivace ma non troppo-Adagio-Allegro molto moderato.

Compositore versatile, influenzato dall’impressionismo e dal neoclassicismo dell’amico Stravinskij, Bohuslav Martinů scrisse le Variazioni su un tema popolare slovacco H 378 nel 1959, basandosi sulla cellula tematica del canto popolare Ked’ bych já vedéla (“Se avessi saputo”). 
Le Sette canzoni popolari spagnole furono pubblicate nel 1922. I brani sono ispirati a diverse regioni spagnole (Murcia, Andalusia, Granada, Asturias e Aragona). Completano il programma “Prayer”, primo dei tre movimenti di “From Jewish Life” scritta con l’intento di catturare a fondo l’animo e lo spirito ebraico, e i tre pezzi per violoncello e pianoforte, scritti nel 1914 dalla grande didatta francese Nadia Boulanger, che fu anche organista, direttrice d’orchestra e insegnante del grande bandoneonista e compositore argentino astor Piazzolla.

Programma
 

Felicitas Stephan, violoncello.
Cecilia Novarino, pianoforte.

Immagine: pixabay.com.