Due composizioni monumentali per la Deutsches Symphonie-Orchester Berlin

LuganoMusica

Quando e Dove

Prezzo

Promotori

LuganoMusica
Piazza Luini 2
6900 Lugano
+41 (0)58 866 42 85
[email protected]
www.luganomusica.ch

Extra

L’avevamo già apprezzata nel 2018, la Deutsches Symphonie-Orchester Berlin diretta da Robin Ticciati, il trentacinquenne direttore britannico di origini italiane che ha studiato con Colin Davis e Simon Rattle. Ticciati è stato il direttore più giovane a dirigere la Filarmonica della Scala nel 2005, chiamato a sostituire Riccardo Muti. Da allora la sua carriera è cresciuta e oggi dirige una delle compagini più attive a Berlino.

Il ritorno a Lugano è con la Symphonie Fantastique di Berlioz, autore a cui Ticciati è particolarmente legato e per il quale è in grado di raggiungere una tale trasparenza e leggerezza di tocco da rappresentare un vero e proprio bonus. In apertura di serata c’è il Concerto per violino di Beethoven eseguito da Isabelle Faust. Il debito di Berlioz nei confronti del maestro di Bonn permette di condividere quel senso di freschezza e di scoperta che caratterizza due composizioni monumentali.

Programma:
Ludwig van Beethoven
Concerto per violino e orchestra in re maggiore, op. 61

Hector Berlioz
Symphonie fantastique, op. 14

Robin Ticciati, direttore
Isabelle Faust, violino

Immagine fornita dal promotore