Era Natura conquista Brè

Una mostra diffusa dell'artista Al Fadhil tra strade e piazze

Quando e Dove

Prezzo

Evento Gratuito

Promotori

Circolo Pasquale Gilardi “Lelèn”
Casella postale 25
6979 Brè sopra Lugano
www.luganobre.ch

Extra

Orari: venerdì, sabato e domenica dalle 14.00 alle 17.00

Era Natura, questo il titolo della mostra che invita a riflettere sul tema del vivere globalizzato e ad abbracciare un orientamento più sostenibile per provare a riparare, in qualche modo, i torti causati a madre natura. In particolare inquietano l'artista questioni quali la limitazione della libertà, la diseguaglianza, il consumismo illimitato, la migrazione forzata dalla povertà, lo sfruttamento indiscriminato delle risorse e la scarsa tutela dell’ambiente - tema più che mai urgente e attuale, che lui prova a presentare attraverso immagini emblematiche e provocatorie.

Il percorso, fatto da interventi misurati e progettati appositamente per i luoghi che li ospitano, si sviluppa a partire dalla vetta del Monte Brè e prosegue lungo un tracciato ben preciso, passando dal belvedere e dalla piazza del lavatoio, per arrivare all’interno del Museo. Qui Fadhil entra in dialogo diretto con Wilhelm Schmid, esponente di spicco dei fermenti artistici che caratterizzano la Berlino del primo '900 e poi bandito a seguito della condanna nazista della sua opera. Schmid e Fadhil sono distanti, ma sorprendentemente uniti nella loro ricerca fondata su valori autentici, come il rispetto della natura e della libertà di espressione, alla comune ricerca di una società più consapevole ed aperta alle differenze.

Lista opere

Nato in Iraq nel 1955, Al Fadhil si diploma nel 1977 all'Istituto d'Arte di Baghdad. Dopo gli studi all'Accademia di Belle Arti di Firenze, Fadhil inizia la sua pratica artistica nei primi anni Ottanta e dalla metà degli anni Novanta fa definitivamente sue le tematiche sociali e ambientali. La personale ricerca si sviluppa con azioni aperte al dibattito, nella direzione di racconti visivi e testuali che guidano lo spettatore verso una riflessione partecipata. Fadhil opera senza vincoli accademici, mischiando tecniche diverse quali la pittura, la fotografia e la videoarte per creare delle vere e proprie performance istallative. Naturalizzato svizzero, è molto legato al Ticino dove vive e lavora, ma è altresì noto e apprezzato a livello nazionale ed internazionale.

La mostra è promossa dal Circolo Pasquale Gilardi “Lelèn” e sostenuta dalla Divisione Cultura della Città di Lugano con il contributo tecnico del MASI.

Immagin fornita dal promotore