Smart Cities, Smart Villages e Open Data #workshop

Quando e Dove

Prezzo

Evento Gratuito

Promotori

Laboratorio Cultura Visiva SUPSI
Campus Trevano, Via Trevano
6952 Canobbio
+41 (0)58 666 63 82
[email protected]
www.supsi.ch/lcv.html

Un workshop dedicato all’utilizzo degli open data da parte delle pubbliche amministrazioni che presenta iniziative di gestione, integrazione, collaborazione e sviluppo della società secondo una strategia territoriale.
Dagli smart villages, un progetto capillare e che risponde a necessità concrete della popolazione ticinese che abita in piccoli comuni e valli del territorio, al concetto di smart cities e smart citizens e di come le pubbliche amministrazioni stanno promuovendo nuovi modelli di governance basati sulla gestione integrata di open data da parte di enti pubblici, cittadini, università e imprese, aprendo la
strada a una città “laboratorio”.
L’incontro è organizzato in tre sessioni. Un prima parte focalizzata sul significato e le potenzialità degli open data all’interno di una strategia di sviluppo territoriale.
Una seconda parte presenta le esperienze di lavoro già avviate all’interno del panorama ticinese e che risultano essere propulsori di innovazione sociale, in grado di rispondere alle sfide e necessità sociali ed economiche che emergono dalle esigenze dei cittadini e dell’interconnessione tra mondo fisico e digitale.
Una terza e ultima parte si concentrerà sulla discussione di ostacoli e opportunità in merito all’uso degli open data e di come potenziare l’utilizzo. Si discuterà in modo concreto della disponibilità e utilità di diverse tipologie di dati, del loro riuso, e delle prospettive di un ulteriore sviluppo integrato e capillare di dati.

Maggiori informazioni

Il workshop è organizzato dal Laboratorio cultura visiva, Dipartimento ambiente costruzioni e design, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI) in collaborazione con Città di Lugano e si inserisce nell’ambito del progetto GIOCOnDA – Gestione Integrata e Olistica del Ciclo di Vita degli Open Data.

Immagine: www.luganolivinglab.ch