Il Fondo Leoncavallo si mette... in mostra!

In mostra i nuovi acquisti del Fondo Leoncavallo

Quando e Dove

Prezzo

Evento Gratuito

Promotori

Biblioteca Cantonale Locarno
Via Cappuccini 12
6600 Locarno
+41 (0)91 759 75 80
[email protected]
www.sbt.ti.ch/bclo

Extra

La mostra è aperta su appuntamento, l’ingresso è libero. Per le visite, si prega di contattare il curatore del Fondo Leoncavallo, Florian Bassani ([email protected], +41 (0)91 759 75 84).

Il Fondo Leoncavallo della Biblioteca cantonale di Locarno propone in mostra i suoi ultimi acquisti, tra cui una raccolta di preziosi documenti musicali

Grazie a una serie di circostanze fortunate, nel corso del 2020 il fondo archivistico dedicato al compositore napoletano e cittadino onorario di Brissago Ruggero Leoncavallo (1857-1919) si è arricchito di un gruppo molto variegato di materiali d’archivio. Tra i documenti di spicco figurano le partiture parzialmente autografe di due romanze da camera, Meriggiata e Lasciati amar! (brano dedicato al famoso tenore Enrico Caruso e dallo stesso registrato su disco), e diverse pagine musicali autografe dell’operetta La candidata, del 1913. Si aggiungono una serie di lettere e poesie dalla mano del compositore, progettazioni sceniche per l’opera Zingari (1912), ma anche il contratto originale che nel 1909 Leoncavallo stipulò con l’editore tedesco Felix Bloch per Malbruk, l’unica sua operetta scritta su libretto del locarnese Angelo Nessi. Negli spazi del Fondo Leoncavallo (che da poco è consultabile dal portale samara.ti.ch) sarà esposta anche la grande partitura d’orchestra dell’opera Pagliacci in una copia pirata inglese (manoscritto del 1909), e in una copia a stampa in tedesco del 1913 - entrambe di recente acquisizione -, accanto a una serie di caricature d’epoca del maestro, e diverse altre novità curiose.

Immagine: www.sbt.ti.ch/leoncavallo