L'intelligenza umana e artificiale a confronto

LongLake 2021

Un percorso alla scoperta delle diverse tipologie di intelligenza partendo da quella umana per arrivare a quella artificiale. 

Quali sono le caratteristiche, i punti di forza rispettivamente i limiti di una e dell’altra. Quale il rapporto tra le due e quali scenari di coesistenza si prospettano per il futuro? Facciamo 4 chiacchiere con degli esperti per provare ad immaginare insieme un modello sostenibile di intelligenza collaborativa che combini ingegno umano e tecnologia innovativa per risolvere problemi complessi e creare al contempo una società più equa e inclusiva.

Relatori
Luca Gambardella Prorettore all'innovazione e alle relazioni aziendali, professore ordinario presso la Facoltà di Informatica e membro dell'IDSIA, Istituto Dalle Molle di studi sull'intelligenza artificiale USI-SUPSI che ha diretto dal 1995 al 2020. Insegna il modulo di Intelligenza Artificiale presso la Facoltà di Informatica dell'USI dove dirige il Master in Intelligenza Artificiale. I suoi principali interessi di ricerca e pubblicazioni sono nell'area dell'apprendimento automatico, della simulazione, della robotica a sciame, delle metaeuristiche, applicate a problemi accademici e del mondo reale.  In particolare, ha studiato e sviluppato riconosciuti algoritmi di ottimizzazione ispirati al comportamento delle colonie (Ant Colony Optimization) per risolvere i problemi di trasporto, di assegnamento e schedulazione. Egli agisce come guest editor e revisore per le più importanti riviste del suo settore. È responsabile di progetti per il Fondo Nazionale Svizzero, la Fondazione Hasler, Innosuisse, la Commissione Europea e l'industria. Ad oggi (agosto 2021) ha pubblicato più di 300 pubblicazioni. Recentemente ha vinto il Premio SNF Optimus Agora nel 2018 per il progetto SNF "Introducing People to Research in Robotics through an Extended Peer Community in Southern Switzerland" e il premio speciale svizzero ICT Award 2016. In campo artistico ha co-realizzato nel tunnel pedonale di Lugano-Besso "NeuralRope#1. Inside an Artificial Brain" (2019), un'installazione interattiva permanente di 100 metri che riproduce una rete neurale artificiale. "Il suono dell'alba" La Feluca Edizioni, 2019 è il suo ultimo romanzo.


Markus Krienke (1978) Professore ordinario di Filosofia moderna ed Etica sociale presso la Facoltà di Teologia di Lugano e Direttore della Cattedra Rosmini. Inoltre insegna Antropologia filosofica alla Pontificia Università Lateranense e Dottrina sociale della Chiesa alla Facoltà teologica dell’Italia Settentrionale di Milano. È docente al Corso biennale in antropologia organizzativa presso la Pontificia Università Antonianum a Roma, visiting professor in Scienze politiche all’Università di Messina e fa parte del master in Etica della pace, diritti e tutela della persona nei contesti formativi ed economico produttivi all’Università di Bari. È membro dell’Accademia Europea delle Scienze e delle Arti e del Comitato scientifico italiano della Fondazione Konrad Adenauer, nonché Senior Fellow del Centro Tocqueville-Acton. Inoltre, è vice presidente regionale dell’Unione cristiana imprenditori e dirigenti (UCID) in Lombardia e socio fondatore dell’Unione cristiana imprenditori ticinesi (UCIT). È membro del comitato dell’Osservatore Democratico a Massagno, del comitato scientifico della Fondazione della Svizzera italiana per l’Aiuto, il Sostegno e la Protezione dell’Infanzia (ASPI), e dell’Accademia di Studi Luterani in Italia (ASLI). 


Alain Kaelin-Lang ha ottenuto la laurea in medicina e un dottorato in neuroscienze (PhD) presso la Facoltà di Medicina di Berna e si è specializzato in neurologia presso gli ospedali universitari di Zurigo e Berna. Dal 1999 al 2001 ha ottenuto un assegno di ricerca per i disturbi del movimento e la ricerca neurofisiologica presso l’Istituto Nazionale per le Malattie Neurologiche e Stroke a Bethesda, Maryland USA. Nel 2004 ha ottenuto la libera docenza in neurologia (PD) presso l’Università di Berna, dove è stato nominato Professore Associato dal 2012.  Nel 2004 fonda il Centro dei disturbi del movimento della Clinica Universitaria di Neurologia dell’Inselspital di Berna, di cui è stato responsabile fino al 2013. Oggi è direttore medico e scientifico del Neurocentro della Svizzera Italiana a Lugano dal 2014 e professore ordinario presso l’Università della Svizzera italiana dal 2017. È anche il coordinatore del programma PhD della facoltà. Sta conducendo un programma di ricerca, a livello clinico e di base, orientato verso la comprensione dei disturbi del movimento come la distonia e la discinesia indotta dalla levodopa nella malattia di Parkinson. Nel 2017 è stato membro fondatore della Società Svizzera dei disturbi del movimento e ora ne è presidente. 


Modera Pablo Creti Responsabile area Digitale RSI


Immagine: fornita dal promotore

Programmazione
L'evento è terminato

Eventi passati
10 Settembre 2021
dalle 18:00

Prezzo
Evento Gratuito
Organizzatori

Dicastero Cultura, Sport ed Eventi - Divisione eventi e congressi

Via Trevano 55

+41 (0)58 866 48 00

eventi@lugano.ch

www.luganoeventi.ch

Lugano Living Lab

Piazza della Riforma 1

+41 (0)58 866 70 09

info@luganolivinglab.ch

www.luganolivinglab.ch

Istituto Dalle Molle di studi sull'intelligenza artificiale

Via la Santa 1

+41 (0)58 666 66 66

Informazioni

L'evento è disponibile anche via streaming

Aggiornamenti Coronavirus

Le ultime informazioni e le misure di sostegno della Città