“Libiamo”: l’opera torna a Lugano ed è “La Traviata”

A inaugurare la stagione 2022/2023 del LAC è l’opera lirica: il 2 settembre va in scena “La Traviata”, una nuova produzione del LAC con la regia di Carmelo Rifici e la direzione di Markus Poschner, con la partecipazione di interpreti internazionali quali la soprano greca Myrtò Papatanasiu, il tenore spagnolo Airam Hernández Delgado, l’Orchestra della Svizzera italiana e il Coro della RSI.
21 Aprile 2022
di Silvia Onorato
Salva nei preferiti
Salvato

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
"La Traviata", bozzetto. Scene: Guido Buganza
“La Traviata”, bozzetto. Scene: Guido Buganza

Nel 2018 la lirica faceva il suo esordio al LAC con “Il barbiere di Siviglia” di Gioachino Rossini; a quattro anni di distanza l’opera torna a Lugano con “La Traviata” di Giuseppe Verdi. Una nuova produzione che coinvolge tanti attori culturali del territorio (una produzione LAC, in coproduzione con OSI, in collaborazione con LuganoMusica) e che accresce il prestigio del centro culturale. Il nuovo allestimento intende dare una visione nuova a una delle più celebri opere liriche, che ha debuttato nel 1853 al Teatro La Fenice di Venezia inaugurando nel melodramma italiano il movimento realista e l’integrazione tra lirica e prosa.
L’opera, con libretto di Francesco Maria Piave, narra la storia d’amore tra Violetta, cortigiana parigina, e Alfredo – storia d’amore tratta dal romanzo, poi pièce teatrale, di Alexandre Dumas figlio “La Dame aux Camélias”, ispirati a loro volta alla relazione sentimentale tra l’autore stesso e Marie Duplessis.
Nella regia di Carmelo Rifici la travagliata vita di Violetta viene ambientata in un ottocento sognante, leggero, crepuscolare, ricco di luci e ombre. Del personaggio di Violetta emerge più dell’essere “traviata”, il suo essere animata da una grande purezza di sentimenti e di intenzioni: Violetta, emblema della donna dell’Ottocento, è capace di esprimere un concetto alto e poetico di amore, quello che è sinonimo di estremo sacrificio, tragico ancor più quando sulla vita di chi ama si abbatte la sventura.  

La Traviata aprirà la stagione 2022/2023 del LAC, il 2 settembre alle 20:00, con repliche il 4, il 6 e l’8 settembre.
Maggiori informazioni e prevendite: luganolac.ch

Lascia un commento

Articoli più letti

2 Dicembre 2021
di Silvia Onorato

Articoli correlati