LongLake La Quairmesse Festival

Sabato 30 e domenica 31 luglio Lugano è capitale della musica nazionale. Due giorni di concerti openair gratuiti, 18 artisti svizzeri, due headliner internazionali, tre palchi immersi nel Parco Ciani e due imperdibili after party allo Studio Foce. Ne parliamo con Fernando Di Cicco, direttore artistico di La Quairmesse.
8 Giugno 2022
di Silvia Onorato
Salva nei preferiti
Salvato

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

La festa della musica elvetica sulle rive del lago. Con che spirito torna La Quairmesse quest’anno?
Siamo contentissimi di ritornare con il festival dopo due anni di pandemia, specialmente con una line up così ricca ed interessante! Curiosi di vedere che forma prenderà La Quairmesse nella cornice del Parco Ciani con i suoi tre palchi e allo Studio Foce per i due After Party.

In due giorni si esibiranno 18 gruppi da tutta la Svizzera, selezionati nel corso degli ultimi mesi. Com’è stata la selezione?
La selezione è stata molto lunga. Abbiamo deciso di considerare tutte le iscrizioni che ci sono pervenute per le due edizioni annullate (2020-2021). Parliamo di svariate centinaia di iscritti quindi il tempo dedicato agli ascolti e alla programmazione è davvero tanto. Ci sono artisti di tutte le età e provenienti da diversi cantoni della confederazione. Devo dire che siamo davvero soddisfatti del programma e non vediamo l’ora di incontrare ed ascoltare tutti questi artisti svizzeri.

Due sono i gruppi ospiti internazionali, Royal Republic dalla Svezia e Mellow Mood dall’Italia. Come si integrano ne La Quairmesse?

Come nella prima edizione del 2019 anche questa volta avremo degli ospiti da fuori oltre ai 18 artisti svizzeri. Il nostro intento è quello di portare come ospiti musicisti che seguiamo sin dai primi anni di carriera e che abbiamo visto crescere, raggiungendo successi internazionali. Lo scopo è quello di portare talenti da altri paesi e creare un legame tra loro e i gruppi della scena svizzera. È una tradizione che abbiamo ereditato dal buon vecchio Palco Ai Giovani e che vogliamo continuare ad onorare. Royal Republic e Mellow Mood sono due band che di live ne hanno fatti a centinaia, saranno degli spettacoli molto interessanti!

Quali i generi che ascolteremo?
Siccome ci piace spaziare molto ci sarà davvero un po’ di tutto. Dal Rock alla Musica elettronica. Dal Pop al Reggae. A noi interessano gli artisti e quello che hanno da dire. Pensiamo sia importante per chi partecipa come spettatore avere l’opportunità di scoprire diversi generi musicali dal vivo, dove i musicisti possono esprimersi con uno spettacolo e non solo tramite un “link”.

Due after party allo Studio Foce ci faranno ballare fino alle prime luci dell’alba. Quali saranno le sonorità?
Per la prima volta gli artisti de La Quairmesse troveranno spazio di notte, che è il momento più adatto ad alcuni generi musicali. Per la notte del 30 luglio abbiamo pensato di fare una serata di musica elettronica con influenze etniche mentre il 31 ci spostiamo sulla Drum’N’Bass. Lo Studio Foce è il luogo perfetto per gli After Party, di notte si trasforma completamente ed è ad un passo dal Parco Ciani.

Maggiori informazioni: laquairmesse.ch

Lascia un commento

Articoli più letti

2 Dicembre 2021
di Silvia Onorato

Articoli correlati