01 September 2020

Buon compleanno “NeuralRope#1”! Al via l’Autunno digitale di Lugano

Mercoledì 2 settembre si terrà un evento presso il tunnel pedonale di Besso (a partire dalle ore 18.00) per segnare il primo anno di “NeuralRope#1 - Inside an Artificial Brain”, l’opera realizzata a quattro mani dall’artista visivo Alex Dorici e dallo scienziato Luca Maria Gambardella. Quasi 180'000 le interazioni avvenute dall’inaugurazione a oggi fra il pubblico e l’istallazione.

 

Come noto e come in molti hanno potuto verificare di persona negli scorsi mesi, “NeuralRope#1” rappresenta una rete neuronale artificiale: un sistema digitale composto da neuroni e connessioni che riproduce alcune funzionalità del nostro cervello ed è in grado di imparare concetti a partire da esempi. In pratica, l’installazione osserva ciò che avviene all’interno del tunnel, interpreta i gesti della mano e impara dalle immagini che i visitatori scelgono di mostrarle per poi restituirne una nuova versione. L’opera interattiva d’arte urbana unisce in maniera armoniosa 16 schermi led che visualizzano in tempo reale i ragionamenti della rete neuronale. La struttura, costituita da fonti luminose e 700 metri di corde rosse e fluorescenti, rappresenta un sistema nervoso che si snoda per i 100 metri del tunnel.

“NeuralRope#1” coniuga quindi arte e ricerca scientifica in un progetto partecipativo che ha permesso di riqualificare uno spazio urbano di Lugano posizionato in un luogo strategico e, allo stesso tempo, di attivare un’iniziativa di informal learning a favore della popolazione, dove concetti complessi e d’attualità come quelli legati al tema dell’intelligenza artificiale vengono illustrati in maniera semplice, intuitiva e con un approccio ludico. Le numerose interazioni (quasi 180'000) avvenute dall’inaugurazione a oggi dimostrano come l’opera sia stata accettata dalla popolazione e abbia riscosso un grande interesse.

L’evento del 2 settembre, alle ore 18, segnerà inoltre l’inizio dell’Autunno digitale di Lugano (lugano.digital), palinsesto di eventi che, da settembre a novembre animeranno la città affrontando temi legati all’innovazione, alla tecnologia e alla società.

“NeuralRope#1” è stato il primo progetto promosso da Lugano Living Lab, il laboratorio urbano della Città di Lugano; una piattaforma che, coinvolgendo istituzioni, accademie, economia privata e cittadinanza, promuovere e facilita l’innovazione e la ricerca, in città e per la città; in particolar modo sulle tematiche legate al digitale, all’innovazione e alla tecnologia (luganolivinglab.ch).

Questo progetto e questa data segnano anche un’altra ricorrenza e un importante traguardo per Lugano Living Lab: il 4 settembre 2019 Lugano Living Lab veniva ammesso a far parte a tutti gli effetti alla rete internazionale dei Living Labs (enoll.org). In questo contesto, il primo contributo internazionale di Lugano Living Lab è stato accettato all’11.ma edizione della conferenza annuale della federazione europea e globale dei Living Labs openlivinglabdays.com. La conferenza si terrà online il 2-4 settembre 2020. Il contributo di Lugano Living Lab si intitola “NeuralRope#1: an urban collaborative project between art and scientific research” e presenta lo sviluppo del progetto collaborativo “NeuralRope#1”, volto alla valorizzazione di uno spazio pubblico includendo l’arte urbana e la ricerca scientifica in un’ottica di apprendimento informale sui temi dell’intelligenza artificiale e dell’interazione uomo-macchina. Questa importante partecipazione internazionale pone le basi per nuove collaborazioni con altri Living Lab internazionali.
Si è ritenuto quindi opportuno segnare un anno così intenso con un “compleanno” speciale dove, per l’occasione, i due artisti Alex Dorici e Luca Maria Gambardella saranno presenti al Tunnel di Besso per presentare al pubblico i nuovi gesti creati appositamente per festeggiare il primo anno di Neuralrope#1.

La serata sarà allietata con imperdibili performance da parte di:
Gak Sato, Producer, DJ, Thereminist, sound artist. Docente di sound design.
Under Changeover, progetto del musicista italo-scozzese trapiantato a Lugano Adriano Iiriti, pianista di formazione che si è immerso nel mondo elettronico dando vita al suo primo album autoprodotto, ‘Moving’,