25 March 2020

Filippo Armati - operatore culturale #DistantiMaVicini

In questo periodo in cui il mondo culturale ticinese ha dovuto “abbassare il sipario”, abbiamo chiesto a personaggi del mondo artistico-culturale di raccontarci come vivono questo momento e di darci qualche spunto per trascorrere il tempo ciascuno a casa propria.

Oggi è Filippo Armati a parlarci, operatore culturale e direttore artistico del Performa Festival.

Come stai vivendo questo momento particolare?

Il valore del tempo, della semplicità delle piccole cose e del rapporto (anche se distante e consapevole) con i vicini del nucleo nel quale viviamo. La fortuna di poter dedicare un po' di tempo alle cose che ci piacciono maggiormente, che ci permettono una crescita e il tempo di prendere le distanze e riflettere. La sensazione è quella di essere in una fase che genererà cambiamenti epocali.

Quale libro, film, brano musicale o attività consiglieresti a chi si trova a casa?

Come libro consiglio "Il capitale nel XXI secolo" dell'economista francese Thomas Piketty. Il libro mostra l'evoluzione della disuguaglianza dei redditi, della ricchezza, e del rapporto capitale sul reddito nei paesi sviluppati, osservando i cicli del passato a livello storico, sociologico, economico.

Cosa vorresti dire ai lettori?

Mi viene in mente una frase di Antoine de Saint-Exupéry: "l'essenziale è invisibile agli occhi" - in questo contesto, un virus invisibile sta facendo ammalare in maniera irreversibile tantissime persone. Le cose più importanti che riscopriamo in questa situazione, sono l'amore e l'affetto per i cari, la solidarietà con i malati, gli infermieri, gli anziani, i vicini di casa, i parenti. Allo stesso tempo è una battaglia anche psicologica, la paura abbassa le difese immunitarie, quindi l'invito è quello di non lasciarsi vincere dalla paura. Trovare un attimo per celebrare la vita ogni giorno, credo sia una buona abitudine da mantenere anche quando l'emergenza rientrerà.

www.lostudio.guru
www.fidelioscult.wixsite.com/filippoarmati

A cura di Manuela Masone