14 October 2020

La settima edizione del Film Festival Diritti Umani Lugano prende il via

17 film, fra cui 4 prime svizzere e una internazionale, e due corti, oltre a una mostra e un convegno a ribadire la centralità dei diritti umani, dei valori di libertà, autodeterminazione, dignità.

 

Prende il via oggi fino al 18 ottobre la settima edizione del Film Festival Diritti Umani Lugano che, nell'edizione 2020, si configurerà come un festival diffuso con momenti a Lugano, Bellinzona, Locarno e Mendrisio. Voluto così per favorire l'incontro con gli spettatori di tutto il territorio ticinese, anche se in veste ridotta rispetto agli scorsi anni - poiché vista la situazione sanitaria legata al Covid19 si è dovuto rinunciare ai momenti di incontro con le scuole - il festival propone un'attenta selezione di film e appuntamenti dedicati alla centralità dei diritti umani.

Previste 4 prime svizzere (Fat Front di Louise Detlefsen e Louise Kjedsen, Nasir di Arun Karthick, We have boots di Evans Chan e When we walk di Jason DaSilva, che quest'anno riceverà il Premio per i diritti umani per l’autore. La prima internazionale presenterà, Ritorno in apnea di Anna Maria Selini, che illustra la tragedia vissuta dalla provincia di Bergamo, tra marzo e aprile del 2020, dove sono morte 6000 persone a causa del Coronavirus.

Tanti gli ospiti, fra cui Isa Dolkun, presidente del World Uyghur Congress e Massoud Bakhshi, Gran Premio della Giuria al Sundance Film Festival 2020 con Yalda, a night for forgiveness.

Il Dipartimento federale degli affari esteri propone fino al 19 ottobre l’esposizione fotografica Lasting Footprints, in Piazza Castello a Lugano, che farà da corollario alla giornata di sabato 17 ottobre al Palazzo dei Congressi di Lugano, in cui verrà proposto il cortometraggio Into the fire di Orlando Von Einsiedel, seguito da un convegno cui parteciperanno: Carla Del Ponte, Félix Baumann, Stefano Toscano, Tibisay Ambrosini e Roberto Agosta, moderati da Alessia Caldelari.

I biglietti per i film del FFDUL sono disponibili in prevendita su biglietteria.ch . Ulteriori informazioni e il programma completo sul sito www.festivaldirittiumani.ch

Immagine: FFDUL 2020 Visual photo credit di Eduardo Leal