25 May 2020

Il mercato è tornato in città

Il mercato torna ad essere il protagonista del sabato cittadino con una disposizione modificata e una ricca offerta, tra ninnoli, oggetti da collezionismo, d’antiquariato, artigianato, design e altro ancora, tutti da scoprire passeggiando per il centro.

Alcuni pensano che nuovo sia sempre sinonimo di migliore. Altri invece sanno apprezzare la storia, l’unicità e la rarità delle cose. Articoli che non si trovano nei grandi magazzini e non si ordinano su Amazon. Oggetti da cercare, scovare e collezionare.

Il mercato dell’antiquariato e artigianato di Lugano è tornato. Dopo quasi due mesi di assenza, gli oltre cinquanta operatori hanno potuto finalmente esporre sui propri banchi libri antichi, gioielli d’epoca, macchine fotografiche del secolo scorso, stampe rare e moltissime altre “chicche” da scoprire.

Un appuntamento da non perdere per gli appassionati ricercatori di oggetti interessanti e inconsueti, ma anche per i curiosi o per coloro che vogliono semplicemente trascorrere un po’ di tempo passeggiando in una tra le zone più caratteristiche della città circondati dai colori e dal design di altri tempi.

Oltre a quello che da sempre è stato il suo cuore pulsante, l’antiquariato e l’artigianato, l’offerta del mercato spazia fino ai prodotti più diversi, dalla cosmetica naturale al fumetto da collezione.

La disposizione delle postazioni - da Piazzetta Canova a Via Carducci, passando per Piazzetta San Rocco - è stata rivista e arriva a comprendere anche Piazza Indipendenza. Un angolo splendido della città, che ora ospita una decina di banchi molto particolari, invogliando ad iniziare la visita al mercato da questa direzione.

📂 PDF comunicato stampa