06 April 2020

Joel Fioroni - cinema Lux #DistantiMaVicini

In questo periodo in cui il mondo culturale ticinese ha dovuto “abbassare il sipario”, abbiamo chiesto a personaggi del mondo artistico-culturale di raccontarci come vivono questo momento e di darci qualche spunto per trascorrere il tempo ciascuno a casa propria.

Oggi è Joel Fioroni, gestore del Cinema Lux Art House di Massagno e regista a parlarci.

Come stai vivendo questo momento particolare?

Ho vissuto la chisura del cinema a distanza, ero in vacanza quando il Ticino ha deciso di chiudere tutto e grazie all’aiuto dei miei collaboratori siamo riusciti a gestire la situazione. Il rientro è stato surreale, in questo periodo il LUX è solitamente pienissimo di eventi, rassegne e film. Vederlo chiuso, tutto spento, mette davvero molta tristezza. Abbiamo comunque deciso di non arrenderci del tutto e di proporre “online” alcune nostre produzioni (cortometraggi e documentari) gratuitamente e anche alcuni film d’autore già proposti sul nostro schermo, che invece sono a pagamento. Questo con l’obiettivo simbolico di mantenere un contatto con il nostro pubblico. Fino a settimana scorsa infatti il nostro sito internet era completamene vuoto e mostrava solo gli avvisi di chiusura legati al coronavirus, oggi invece si presenta quasi come se il cinema fosse regolarmente aperto.

Quale libro, film, brano musicale o attività consiglieresti a chi si trova a casa?

Il consiglio attuale è la visione del film “Le Milieu de l’Horizon”, di recente premiato con 4 riconoscimenti ai “Premi del cinema svizzero”. Guardando il film, attraverso il nostro sito, si può continuare a scoprire una programmazione “art house” tipica della nostra sala (molto diversa dall’offerta televisiva o da quella offerta dalla famose piattaforme streamig) e soprattutto si sostiene un minimo il LUX, dato che la metà del costo del biglietto “virtuale” per poter vedere il film da casa andrà proprio alla nostra sala.
Tutte le proposte si possono trovare sul nostro sito www.luxarthouse.ch e consigliamo di seguirci su Facebook o su Instagram (@LUXarthouse) per ricevere consigli e proposte utili a riempire di buon cinema queste settimane costretti a casa.

Cosa vorresti dire ai lettori?

Ci troviamo tutti in una situazione davvero complessa, quasi surreale. Io sto cercando, nel limite del possibile, di non rinunciare completamente alla quotidianità alla quale ero abituato. Cerco di alzarmi ad orari “normali”, lavoro da casa e mi porto avanti con questioni di lavoro che erano “chiuse nel cassetto” da tempo. Mi occupo della casa, ho sostituito la palestra con esercizi casalinghi e mi concedo volentieri una cena un po’ particolare “da asporto” come può essere un sushi ogni tanto. Il consiglio può essere questo quindi, cercare di simulare un po’ la quotidianità e, in questo senso, la nostra proposta “cinema da casa” può essere un piccolo aiuto. Se si era abituati a venire al LUX per gustarsi titoli un po’ particolari, si può prendersi una serata per scoprire uno dei nostri titoli in streaming, con un bicchiere di vino o i pop-corn come si era soliti fare in sala e godendosi così una bella serata di cinema a distanza.

 

A cura di Manuela Masone