09 April 2020

La nuova piattaforma chilometrozero.ch nata per agevolare gli scambi fra produttori e consumatori del territorio

Agevolare gli scambi fra produttori e consumatori, promuovere i prodotti genuini del territorio, recapitare la spesa a domicilio e sostenere l’economia locale. Tutto questo è chilometrozero.ch, una piattaforma ideata e promossa dalla Città di Lugano nell’ambito dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

La pandemia da coronavirus ha modificato radicalmente il normale svolgimento di numerose attività quotidiane, fra queste anche l’approvvigionamento alimentare. Le limitazioni di movimento, la chiusura di esercizi pubblici e mercati o, ancora, l’impossibilità di fare la spesa per anziani e gruppi vulnerabili sono temi su cui la Città - in collaborazione con le numerose associazioni attive a Lugano - si è attivata direttamente. Si tratta ora di aggiungere all’operatività un tassello complementare, favorendo l’utilizzo di nuovi canali e modalità di vendita alternativi, da un lato, e sostenendo i produttori di generi alimentari nostrani.

Quale ulteriore misura a sostegno della popolazione e dell’economia locale, la Città ha quindi deciso di creare e promuovere la piattaforma online chilometrozero.ch, con l’obiettivo di agevolare l’incontro tra domanda e offerta, mettendo in comunicazione produttori, esercenti, negozianti e consumatori.
I cittadini, grazie a questa piattaforma, possono ordinare online prodotti freschi e genuini del territorio e ricevere la spesa al proprio domicilio.

La Città ringrazia le aziende agricole, gli esercenti, i negozianti e i venditori ambulanti del mercato cittadino di via Canova che si sono messi a disposizione della comunità in questo delicato momento e hanno aderito con entuasiasmo all’iniziativa; grazie al sostegno di tutti i partecipanti, l’offerta si sta ampliando con nuovi prodotti a chilometro zero.
L’iniziativa sostiene il settore primario ed è anche un’opportunità per produttori e consumatori di familiarizzare con un supporto tecnologico che per molti non è ancora di utilizzo comune, a costo zero e in totale sicurezza. I produttori locali interessati ad aderire al
progetto possono scrivere all’indirizzo di posta [email protected]. Tutte le informazioni riguardanti sono disponibili nel sito chilometrozero.ch