20 May 2019

La Quairmesse - Due giorni di #SwissMadeMusic davvero incredibili, nonostante la meteo!

Una 1a edizione bagnata quella della neonata manifestazione, che si apre con un inizio timido sotto la pioggia persistente di venerdì, ma che nella seconda ed ultima serata di sabato lascia intravedere tutto il suo grande potenziale artistico-culturale, aggregativo e turistico.

Si è conclusa questo sabato notte, la prima e tanto attesa edizione di La Quairmesse: manifestazione musicale che ha raccolto l’importante bagaglio di esperienza del decennale evento Palco ai Giovani, allargando il raggio d’azione ai confini nazionali con l’intento di valorizzare e promuovere la ricca scena musicale svizzera contemporanea.

Una prima edizione messa subito alla prova da una meteo incerta, ma che si è svolta regolarmente all'aperto con alcuni accorgimenti, come la copertura allestita per il palco principale di Piazza Manzoni e la distribuzione sul posto di mantelline gratuite, gentilmente offerte da Percento Culturale Migros Ticino. La scelta di confermare l’evento nonostante le previsioni ballerine, ha visto un inizio timido, caratterizzato da una pioggia costante, ma è stata ripagata dalla serata conclusiva di sabato, restata all’asciutto, che ha riscontrato un centro cittadino ricco di spettatori.

I tre palchi del quai cittadino - Piazza Manzoni, Mojito e Rivetta Tell - chiuso al traffico per l’occasione, hanno accolto 16 talenti svizzeri, che nelle due serate si sono esibiti in un eclettico turnover di stili e generi. Ricordiamo anche la partecipazione di due guest d’eccezione, che hanno chiuso le serate sul palco principale. Venerdì sera la basilese Anna Rossinelli ha incantato i presenti con la sua voce decisa e accattivante, mentre sabato il britannico Jake Isaac, astro nascente dalla voce potente e allo stesso tempo dolcissima, che si sta guadagnando il suo posto nel firmamento dei grandi nomi della musica, ha creato un clima unico in piazza coinvolgendo tutti con il suo carisma. Grande successo poi per i concerti notturni al Living Room, che hanno registrato due nottate di pienone.

Nonostante il tempo sfavorevole, con i suoi due giorni di concerti openair gratuiti, una rosa di talenti svizzeri, tre palchi a bordo lago e due headliner, uno internazionale e uno di casa, La Quairmesse conferma il suo grande potenziale artistico-culturale, aggregativo e turistico, e chiude la sua prima edizione con una nota positiva che pone i migliori auspici per le edizioni future.

I Bumblebees vincono il PREMIO INFOGIOVANI!
L’Ufficio del sostegno a enti e attività per le famiglie e i giovani (DSS) premia gli artisti con meno di 30 anni e domiciliati in Ticino che più si sono distinti per l’originalità creativa e di pensiero della loro proposta musicale durante il festival. Il premio, alla sua prima edizione, consiste in 3'000 franchi per l’acquisto di strumentazione o per la realizzazione di un album musicale.
La legge giovani prevede che il Cantone possa riconoscere progetti presentati da singoli giovani, da gruppi giovanili o da associazioni giovanili promosse in ambito extrascolastico ed extrasportivo e concedere sussidi fino ad un massimo del 50% delle spese, fino alla copertura di un eventuale deficit. Ulteriori informazioni

La Quairmesse è un evento organizzato dalla Divisione eventi e congressi della Città di Lugano. Si ringraziano il main sponsor Percento culturale Migros Ticino, lo sponsor ESL Soggiorni Linguistici, i partner fondo cantonale Swisslos, AIL, Sotell, Ernst Göhner Stiftung e Pro Helvetia, Fondazione svizzera per la cultura, i media partner RSI Rete Tre, Mx3 e Extra Sette.

📁 PDF comunicato stampa
📁 Gallery fotografica