16 April 2020

La scatola dei giochi #1. Non ho l'età... per giocare

L'associazione ticinese Giochintavola nasce con lo scopo di promuovere e divulgare il gioco intelligente. Curerà qui la rubrica "La scatola dei giochi", dedicata ai giochi da tavolo.

Un vecchio adagio recita che a tavola non si invecchia mai. Nelle intenzioni originali ci si riferisce al cibo, ma anche i giochi da tavolo assolvono egregiamente alla funzione di fermare l’invecchiamento. Non ci credete, siete scettici e possiamo capirlo. È diffusa, purtroppo, la convinzione che i giochi da tavolo siano roba da bambini o al massimo da ragazzi e che coloro che vi si dedicano in età adulta siano degli eccentrici perdigiorno.

Quando si accostano ai giochi da tavolo, gli adulti che hanno questa convinzione muovono di solito due obiezioni entrambe legate all’età: i giochi da tavolo sono roba da bambini; i giochi da tavolo sono troppo difficili ed io sono troppo vecchio. Sono solo scuse e se ci si riflette si capisce che sono anche argomentazioni in contrasto tra loro: la verità è che il mondo dei giochi da tavolo è vastissimo ed in continua evoluzione, con decine e decine di titoli pubblicati ogni anno che possono mettere al tavolo persone di tutte le età ed anzi riunire in una stessa partita giocatori di generazioni differenti, dai figli ai genitori ai nonni.

Ancora scettici? Bene, ecco qui tre giochi che sono semplici da imparare ma non banali e che potete reperire con facilità nei negozi specializzati e on line. Vi assicuriamo ore ed ore di divertimento ad ogni età. Provare per credere, giusto?

DIXIT (di Jean-Louis Roubira, 2008, 3-6 giocatori, 30 minuti)

Cominciamo con un nuovo classico, un titolo che ha già conquistato nell’ultimo decennio centinaia di migliaia di giocatori. I materiali sono rappresentati fondamentalmente da un mazzo di carte illustrate magnificamente, con disegni onirici e pieni di dettagli estremamente evocativi. Le regole stanno in un foglietto e si imparano in pochi minuti. È richiesta fantasia, perspicacia e pensiero laterale. Consigliamo anche la versione Odyssey che consente di giocare fino in 12.

KINGDOMINO (di Bruno Cathala, 2016, 2-4 giocatori, 15-20 minuti)

La geniale reinterpretazione del domino in cui però i giocatori si sfidano a creare il regno più bello per il sovrano nel castello. Anche qui regole semplicissime: scegli una tessera, piazza una tessera rispettando le regole di adiacenza. Alla fine, con un meccanismo facile ma astuto, si calcoleranno i punti e, di conseguenza, il vincitore.

JUST ONE (di Ludovic Roudy e Bruno Sautter, 2018, 3-7 giocatori, 20 minuti)

Terminiamo questo mini-elenco di giochi adatti a tutti con un collaborativo: un gioco in cui si gioca per vincere tutti insieme e non per battere gli avversari. Anche qui l’idea è semplice ma geniale: un giocatore a turno deve indovinare una parola segreta estratta a sorte da un mazzo. Gli altri giocatori per aiutarlo scrivono contemporaneamente e segretamente sulle loro lavagnette una parola-suggerimento, tuttavia se due giocatori suggeriscono la stessa parola queste vengono eliminate, rendendo più difficile la vita a chi deve indovinare solo con gli indizi rimasti.


Vi abbiamo convinto che non è una questione di età? Noi speriamo di sì.
Ci vediamo al prossimo articolo dove tireremo fuori qualcos’altro dalla Scatola dei Giochi.

A cura di www.giochintavola.ch