26 June 2020

La scatola dei giochi #6. Giocare senza il tavolo

L'associazione ticinese Giochintavola nasce con lo scopo di promuovere e divulgare il gioco intelligente. Curerà qui la rubrica "La scatola dei giochi", dedicata ai giochi da tavolo.

L’estate di questo strano anno è arrivata e, sebbene senza la leggerezza di sempre, in molti vorranno passare qualche giorno di relax e di vacanza, magari in spiaggia o in montagna lontano dalla solita routine. Abbiamo quindi pensato di preparare una lista di giochi che essenzialmente rispondessero alle esigenze dei vacanzieri: scatola piccola e leggera, pochi componenti, regole semplici e durata contenuta. Inoltre abbiamo cercato giochi che possano essere giocati anche senza un tavolo: per i giochi che seguono vi basterà una superficie qualunque, anche la sabbia o l’erba in riva al lago vanno benissimo.


L.A.M.A.(di Reiner Knizia, 2019, 2-6 pp, 20 min.)

Sembra incredibile ma è ancora possibile inventare giochi compatti (un mazzetto di 56 carte) con regole semplici (liberati di quante più carte possibile, tutto ciò che ti resta in mano farà punti negativi) e con un'inedita sorpresa (se finisci tutte le carte in una mano puoi liberarti di parte dei tuoi punti negativi e magari ritornare in partita). Questo L.A.M.A. è perfetto in spiaggia o in montagna e non mancherà di appassionare anche chi non si è mai avvicinato ai giochi da tavolo moderni.

 

TIMELINE (di Frédéric Henry, 2-8 pp, 15 min.)

In questo caso non si tratta di un gioco singolo ma di una famiglia di giochi che ne conta ad oggi almeno una ventina. Sono accomunati tutti dalla stessa meccanica: ogni giocatore riceve una mano di carte che rappresentano un evento. Al suo turno il giocatore deve giocare una carta e collocarla rispetto alle carte già giocate nella giusta posizione cronologica. La carta riporta sul retro la data: appena giocata la carta si gira e si verifica se il piazzamento è corretto. In caso di errore il giocatore è costretto a pescare una nuova carta. Vince chi si libera per primo di tutte le carte. Tantissime versioni dicevamo: storia ma anche invenzioni, sport, musica, cinema e perfino gli eventi dell’universo di Star Wars.


STORIE NERE (autori vari, giocatori tanti quanti siete, durata finché non siete stufi)

Anche in questo caso più che un gioco parliamo di una serie che include ormai decine di episodi. Stavolta però si tratta davvero di un gioco atipico per il quale non vi servirà nemmeno il tavolo: potrete giocarlo anche in macchina o in treno. Tutto ciò di cui avrete bisogno sarà una fervida immaginazione.

L’idea di base: un giocatore legge ad alta voce il testo di una carta che racconta in modo enigmatico una vicenda macabra; legge poi segretamente il retro della carta che racconta in dettaglio tutta la storia. I partecipanti dovranno ricostruire tutta la vicenda ponendo al narratore domande che possono essere risposte solo con un sì o un no. Dove sta il divertimento? Nell’assurda e incredibile varietà di storie macabre che vi lascerà tutte le volte divertiti ma molto, molto perplessi.

Bene, anche per stavolta abbiamo finito. Voi siete già pronti a partire? Non dimenticate una buona crema solare, l’abbigliamento giusto e di infilare nello zaino un gioco. Alla prossima!

A cura di www.giochintavola.ch