Le idee di progetto sono fatte di seta

Istruzioni per l'uso fondate su teoria e prassi

Prezzo

Evento Gratuito

Promotori

SUPSI DACD
Via Trevano
6952 Canobbio
+41 (0)58 666 63 00
[email protected]
www.supsi.ch/dacd

Extra

Le conferenze sono aperte al pubblico

Dove e Quando

Aula Magna SUPSI
Via Trevano 3
6900 Trevano
Vedi sulla mappa

16.03.2015

dalle 18:00

Il Ciclo di conferenze organizzato dal Corso di laurea in Architettura d’interni "Come nasce un progetto?" si conclude con un intervento di Fabio Reinhart dal titolo Le idee di progetto sono fate di seta, istruzioni per l’uso fondate su teoria e prassi. La conferenza si terrà presso l'Aula Magna del Campus Trevano SUPSI.

Parlare di architettura consiste spesso nel commentare a posteriori un oggetto realizzato, concluso, dando per acquisito o implicito un processo di sintesi complesso, in cui convivono razionalità e sensibilità,  empirismo e speculazione. Alcuni lo chiamano “Idea di progetto”, altri “Concetto”, altri ancora “Concept” nella sua versione anglosassone, a volerlo distinguere  e sottolinearne la  peculiarità. O forse sono tre cose diverse.

Come nasce un progetto? Quali processi, quali regole, determinano la sua elaborazione?
Parlare di architettura consiste spesso nel commentare a posteriori un oggetto realizzato, concluso, dando per acquisito o implicito un processo di sintesi complesso, in cui convivono razionalità e sensibilità, empirismo e speculazione.
Alcuni lo chiamano "Idea di progetto", altri "Concetto", altri ancora "Concept" nella sua versione anglosassone, a volerlo distinguere e sottolinearne la peculiarità. O forse sono tre cose diverse.
Questo breve ciclo di conferenze propone di sondare questi processi, osservando da "dietro le quinte" 3 modelli metodologici, 3 scuole di pensiero, che hanno influenzato in modo decisivo il modo di progettare dagli anni Settanta ad oggi in Europa e nel mondo.

Programma

Relatore - Fabio Reinhart, architetto svizzero (studi al Politecnico federale di Zurigo)
Introduzione di Luca Conti, docente del Corso di laurea in Architettura d’interni