La grande foresta

Family Festival - LongLake

Quando e Dove

Prezzo

Adulti CHF 10.- 
Bambini CHF 5.- 

Con tessera Amici LongLake
Adulti CHF 5.-
Bambini gratuito

Promotori

Dicastero Cultura, Sport ed Eventi - Divisione eventi e congressi
Via Trevano 55
6900 Lugano
+41 (0)58 866 48 00
[email protected]
www.luganoeventi.ch

Extra

Età 8-12
Durata 55 min.

Links

In un piccolo paese un bambino cresce tra scuola, casa e un grande bosco. Il bimbo non vuole aspettare: vuole crescere e diventare un cacciatore, come suo nonno. Suo nonno invece gli impone la lentezza.

Perché è sempre colpa del lupo?
Perché è sempre lui il cattivo delle storie?
Perché ti abituano così sin da piccolo?
Poi accade sul serio qualcosa di brutto e ogni volta è stato il lupo.
Ma nella maggior parte dei casi non è il lupo, il colpevole.
Questa è la storia dell'ultimo lupo abbattuto in Puglia, e di tutto ciò che morì con lui.

In un piccolo paese senza nome un bambino cresce tra scuola, casa e un grande bosco.

Il bambino va a scuola a piedi, corre, non vuole aspettare: vuole crescere e diventare un cacciatore, come suo nonno. Suo nonno invece gli impone la lentezza, la scoperta del bosco e delle sue regole, di un mondo che si sta estinguendo, ma che – per chi lo sa guardare con pazienza – è immensamente più bello di quello che stiamo costruendo.

Dopo Storia d'amore e alberi Francesco Niccolini e Luigi D'Elia provano a raccontare un secondo angolo dimenticato di mondo: questa volta non è più un'arida montagna francese dove un uomo pianta alberi, ma un villaggio in un qualunque sud d'Italia, dove gli alberi scompaiono e – con loro – anche chi li abita, uomini e lupi.

Di Francesco Niccolini e Luigi D'Elia

Interpretato e costruito da Luigi D'Elia

Regia di Francesco Niccolini

Luci di Paolo Mongelli

Musiche originali di Alessandra Manti con una canzone di Antonio Catalano

Con la preziosa collaborazione di Antonio Catalano, Fabrizio Pugliese, Enzo Toma

Una produzione Thalassia