Fa’afafine. Mi chiamo Alex e sono un dinosauro

24° FIT - Festival Internazionale del Teatro e della scena contemporanea

Quando e Dove

Prezzo

CHF 16.-
CHF 10.- fino a 20 anni

Promotori

FIT Festival Internazionale del Teatro e della scena contemporanea
6900 Lugano
+41 (0)91 225 67 61
[email protected]
www.fitfestival.ch

Extra

Info e prenotazioni:
Ufficio FIT Festival, Viale Cassarate 4, Lugano
tel 091 922 61 58 

Links

Teatro Biondo (IT)

Esiste una parola, nella lingua di Samoa, che definisce coloro che sin da bambini non amano identificarsi in un sesso o nell’altro. Fa’afafine vengono chiamati: un vero e proprio terzo sesso cui la società non impone una scelta, e che gode di considerazione e rispetto. Alex non vive a Samoa, ma vorrebbe anche lui essere un “fa’afafine”; è un “gender creative child”, o semplicemente un bambinobambina, come ama rispondere quando qualcuno gli chiede se è maschio o femmina.
Infatti, avete mai sentito parlare di bambini gender fluid o gender creative?
Alex, bambino eccezionale la cui immaginazione ha il potere di trasformare la realtà, facendone uno strumento di fuga quando questa si fa intollerabile.
La sua stanza è un mondo senza confini che la geografia possa definire: ci sono il mare e le montagne, il sole e la luna, i pesci e gli uccelli, tutto insieme. Il suo letto è una zattera o un aereo, un castello o una navicella spaziale. Da uno spioncino nel muro i due genitori proveranno a gestire la crisi: riusciranno a convincere Alex a uscire dalla sua stanza per affrontare il mondo?

Prima nazionale
Durata 50 min

Vincitore del Premio Scenario infanzia 2014
Raising My Rainbow è il primo romanzo ad approfondire la questione e proprio da qui è iniziato il lavoro di Fa’afafine.

Programma spettacoli
Libretto FIT 2015 (PDF 1.3 MB)

Regia: Giuliano Scarpinato
Con: Michele Degirolamo
Scene: Caterina Guia
Video: Daniele Salaris/Videostille
Produzione: Teatro Biondo Stabile di Palermo