Dall'Agamennone di Eschilo

Studio per una messinscena

Quando e Dove

Prezzo

Evento Gratuito

Promotori

Associazione Italiana di Cultura Classica - Delegazione della Svizzera italiana
via Contra 478
6598 Tenero-Contra
+41 (0)91 745 38 02
[email protected]
www.culturaclassica.ch

Sono passati dieci anni da quando il re Agamennone partì dalla terra di Argo con uno stuolo di navi argive per vendicare un'imperdonabile offesa: il rapimento della bella Elena, moglie del fratello Menelao, ad opera di Paride, principe troiano. Prima che l'esercito salpasse, però, l'indovino Calcante aveva pronunciato un terribile responso oracolare: perché gli dei fossero favorevoli e il vento potesse finalmente gonfiare le vele, Agamennone avrebbe dovuto sacrificare alla dea Artemide la sua figlia primogenita, Ifigenia. Così tollerò il padre di farsi sacrificatore della figlia. I vecchi Argivi, testimoni muti dei fatti, restarono a guardia della città osservando giorno dopo giorno il dolore della regina Clinnestra trasformarsi segretamente in qualcosa di tremendo. L'intera città, calata in una densa oscurità, ora attende il ritorno del sovrano.

Posti in sala limitati

Flyer

Direzione drammaturgica: Elisabetta Matelli;
regia: Christian Poggioni;
musiche: Vito Marco Sisto;
scene e costumi: Dino Serra;
con gli attori di Kerkís. Teatro Antico In Scena.