Harraga - Vite in fuga

Storie di migrazione asmarine

Quando e Dove

Prezzo

Biglietti in vendita presso il Cinema Lux il 28 novembre

Giornata intera: CHF 40.- | ridotto 30.-
Proiezioni singole pomeriggio: CHF 10.- | ridotto 7.-
Buffet e proiezione serale CHF 20.- | ridotto 15.-
Permessi F/N: Ingresso gratuito
Ridotto: studenti, AVS/AI, <14 anni 

Promotori

Extra

Eventi collaterali:

Mostra di fotografie sull'Eritrea Sfrumature berberè
Biblio-café Tra, Lugano
27 novembre, 18.00 Vernissage

Un viaggio attraverso le immagini dei luoghi da dove gli eritrei fuggono. 

La mostra resta visibile fino alla fine di dicembre

Harraga-vite in fuga, si propone anche quest’anno di raccontare al pubblico della Svizzera italiana, storie di migrazione e accoglienza presso il Cinema LUX di Massagno, sabato 28 novembre dalle 14.00 alle 23.00

La giornata prevede la proiezione di 4 lungometraggi e 1 cortometraggio:

  • 14:00 Come il peso dell’acqua, 110’ Italia 2014, di Giuseppe Battiston, Stefano Liberti, Marco Paolini e Andrea Segre – Ingresso gratuito
  • 16:00 Just about my fingers, 42’, Italia, 2012 di Paolo Martino
  • 17:00 Sound of torture, 60’, Israele, 2013 di Keren  Shayo

18:00 Dibattito: Dall’Eritrea al Ticino - Storie di migrazione

A seguire buffet migrante organizzato da Casa Astra e la Comunità eritrea presso il Salone Cosmo

  • 21:00 Progetto Percorsi - Storie di eritrei in Ticino, 2012, 20’
    Asmarina, A. Maglio, M. Paolos, 2015, 68’

L’evento sarà quest’anno dedicato al popolo eritreo; l’idea della giornata sarà quella di chiarire le motivazioni della grande fuga degli eritrei. Secondo l’UNHCR ogni mese 5000 eritrei fuggono dalla repressione dell’autorità e da un servizio militare a tempo illimitato per tutti, uomini e donne a partire dai 16 anni di età. Chi fugge racconta di violenze e soprusi, di un paese in cui ci vuole un permesso scritto per uscire di casa e dove gli arresti arbitrari sono all’ordine del giorno. Nel giugno del 2015 l’ONU ha accusato il governo eritreo di gravi violazioni dei diritti umani nei confronti della popolazione.

Flyer