A Face In The Crowd (Un volto nella folla)

Rassegna Elia Kazan e i suoi attori - parte seconda (1954-1976)

Quando e Dove

Prezzo

CHF 10.– / 8.– / 6.–

Promotori

CCB - Circolo del Cinema Bellinzona
Viale Portone 17
6500 Bellinzona
[email protected]
www.cicibi.ch
LuganoCinema93
6900 Lugano
[email protected]
www.luganocinema93.ch
Circolo del cinema di Locarno
Viale Portone 17
6600 Locarno
www.cclocarno.ch

Uomo dalle molte contraddizioni, diviso tra il sentimento dello sradicamento e il desiderio di integrazione, sempre attratto dalle situazioni conflittuali, ossessionato dalla fisicità dei corpi, enfaticamente rappresentata sia nelle regie teatrali sia nei film realizzati a partire dagli anni Cinquanta, Kazan ha lasciato, pur con i suoi alti e bassi, un segno profondo nel cinema americano del dopoguerra. E per questo i Circoli del cinema del Ticino hanno deciso di proporre una rilettura completa dei suoi film, che permetterà di seguire la sua evoluzione artistica e la sua indiscutibile maestria nel dirigere gli attori verso il risultato intimamente voluto.

Regia di Elia Kazan

USA | 1957 | 126'

Interpreti: Andy Griffith, Patricia Neal, Anthony Franciosa, Walter Matthau, Lee Remick, Kay Medford, Burl Ives …

v.o. inglese,  st. francese, bianco e nero

Con l'aiuto di una giornalista (Neal), Rhodes (Griffith), un cantante folk girovago, diventa un idolo della televisione. Arringa le folle in stile pre-Funari, e fa gola a commercianti e politici. Ma la sua pigmaliona lo distrugge lasciando inserito l'audio alla fine di una trasmissione, quando Rhodes si sfoga e dice ciò che pensa veramente. Lucida e sarcastica parabola sui mass media e sul successo, in notevole anticipo sui tempi. Lo sceneggiatore Budd Schulberg tornava a collaborare con Kazan dopo Fronte del porto. Primo film di Griffith e Remick. Burl Ives compare nella parte di se stesso. (Mereghetti)

Ero fiero di Un volto nella folla e lo sono ancora. Sicuramente c'è una certa esagerazione - come in ogni satira - per facilitare la dimostrazione. Ma fino agli ultimi istanti, quando la satira è disinnescata, il film è riuscito e molto divertente. Budd Schulberg e io formavamo una squadra perfetta e io avevo diretto tutto dalla A alla Z. Avevo fatto delle ricerche con Budd e l'avevo aiutato ad elaborare la struttura della storia. Ero in fondo co-autore della sceneggiatura, pur non avendo scritto una parola dei dialoghi. (Elia Kazan)

Programma Rassegna Elia Kazan -  parte seconda

Rassegna a cura dei Circoli dei cinema ticinesi, in collaborazione con il Festival del film Locarno (www.pardo.ch)