Isole e inerti - Cosa fare dei resti di cantiere di una grande infrastruttura?

Dialoghi sulla mutazione del territorio

Quando e Dove

Prezzo

Evento Gratuito

Promotori

i2a istituto internazionale di architettura
Viale Stefano Franscini 9
6900 Lugano
+41 (0)91 996 13 87
[email protected]
www.i2a.ch

Extra

Dopo 17 anni di lavoro, la Galleria di base del San Gottardo è una realtà: lungo questo periodo, sono state ben 28,2 i milioni di tonnellate di roccia estratte dalle montagne, pari a circa 14 milioni di metri cubi. La galleria ferroviaria più lunga e profonda del mondo è un caso eccezionale, ma in generale il problema di come gestire gli scarti derivati della costruzione di una grande infrastruttura è un tema che spesso si presenta nel dibattito precedente alla realizzazione. Cosa fare del materiale inerte? Come minimizzare l’impatto sull'ambiente? Isolotti come vengono proposti per il Lago di Lugano sono una soluzione praticabile?

Ospiti:

Pippo Gianoni: ingegnere ambientale
Thierry Morotti: sindaco di Agno
Paolo Spinedi: ingegnere e presidente della SIA Sezione Ticino 
Modera la serata Fabio Dozio, giornalista

Immagine: commons.wikimedia.org