Giappone. L’arte nel quotidiano.

Manufatti mingei dalla Collezione Jeffrey Montgomery

Prezzo

Evento Gratuito

Promotori

Museo Vincenzo Vela
Largo Vela
6853 Ligornetto
+41 (0)58 481 30 44
www.museo-vela.ch

Extra

Appuntamento “fuori programma” organizzato in collaborazione con il Circolo di Cultura di Mendrisio: l’incontro con l’architetto e designer Mario Trimarchi che sarà presente al Museo Vincenzo Vela lunedì 17 febbraio (ore 19.15).

In occasione della mostra Giappone. L’arte nel quotidiano, il Museo Vincenzo Vela continua a esplorare il paese del Sol Levante, nei suoi diversi aspetti, dal cinema alla musica alle altre arti.  In questa occasione il Professor Trimarchi presenta una conferenza sul tema: L’impero delle Cose. Il rispetto, la cura, l’amore verso gli oggetti: Italia e Giappone a confronto. 

Giappone e l’Italia sono due paesi generalmente riconosciuti per un alto livello di attenzione estetica. Pur provenendo da tradizioni culturali differenti, il sapere progettuale di entrambi i paesi si nutre copiosamente di riflessioni, tentativi, sforzi continui per arrivare a sfiorare e a diffondere il senso della bellezza. Mettere a fuoco le differenze e le somiglianze tra queste due culture è un’opportunità per capire meglio le cose che ci circondano. 
Il Museo sarà aperto eccezionalmente dalle ore 17.00 permettendo a tutti di visitare la mostra a prezzo ridotto. Alle 18.30, prima dell’incontro, è offerto un aperitivo.

Per maggiori informazioni telefonare al numero +41 (0)91 640 70 40 o scrivendo all'indirizzo e-mail [email protected].

Links

Dove e Quando

Museo Vincenzo Vela
Largo Vela
6853 Ligornetto
Vedi sulla mappa

13.10.2019 - 08.03.2020

Tutto il giorno

La mostra presenta oltre 200 opere in ceramica, tessuto e lacca giapponesi, provenienti dalla Montgomery Collection, una tra le più importanti raccolte di manufatti di artigianato nipponico al di fuori dal Giappone.
I manufatti raccolti dal collezionista svizzero, con sede in Ticino, in oltre 50 anni di attività e di ricerca, comprendono pezzi che coprono un lasso di tempo dall’epoca Heian ai primi decenni del XX secolo, quando Yanagi Soetsu teorizzò il movimento Mingei.
La mostra permetterà di scoprire aspetti di un Giappone insolito, in cui la bellezza pervade la vita quotidiana.

Immagine fornita dal promotore