Melancholia | EVENTO ANNULLATO

al Museo e Centro d’Arte Contemporanea Ticino

Quando e Dove

Prezzo

Per persona: CHF 6.- 
1/2 prezzo per studenti (tessera studenti).
1/2 prezzo d’entrata e sui cataloghi per membri dell’Associazione degli Storici e delle Storiche dell’Arte in Svizzera.
Gratis per portatori di Passaporto Musei Svizzeri, Carta Raiffeisen, tessera musei affiliati al MACT/CACT.
Gratis per bambini fino ai 6 anni.

Promotori

MACT/ CACT
Via Tamaro 3
6500 Bellinzona
+41 (0)91 825 40 85
[email protected]
www.cacticino.net

Extra

Orario: venerdì, sabato e domenica dalle 14:00 alle 18:00

L’esposizione mette in mostra opere di autori, che hanno segnato, in maniera forte o minore, un’epoca all’interno di un luogo, e che sono stati anche dimenticati, come se il loro lavoro – che rimane un tassello importante nella costruzione di un corpo storico – non fosse più ritenuto tale o vitale per la nostra riconoscibilità storico-geografica all’interno dei suoi confini.

All’interno di una sorta di permanente e pernicioso stato di tristezza, che domina l’esistenza umana e avvolge tutto ciò che fu, ecco che il male di vivere rimette in relazione l’esistenza con l’esistenzialismo, ridefinendo consapevolmente e contemporaneamente il concetto di temporalità e di passati rimossi.
Nell’epoca post-contemporanea abbiamo assistito a fenomeni di sostituzione di valori artistici, un tempo consolidati e indispensabili, con il concetto dominante di strategie attorno all’arte, laddove anche questa importante geografia inutile – il luogo d’arte – ha lentamente messo le proprie radici dentro il mercato dei musei.

È melancolico constatare come in pochi decenni il processo di dimenticanza delle proprie radici storiche, e del conseguente spostamento di molti artisti, della loro opera e addirittura della propria generazione, ci apra oggi – quale fosse, questo, un naturale atteggiamento epocale di studio e di resistenza – spiragli di ricerca e recupero di autori, che le giovani generazioni non (ri)conoscono, precludendo loro anche la ricerca.

Melancholia: Mathias Balzer, Serge Brignoni, Lorenzo Casanova, Ugo Cleis, Carlo Cotti, Felice Filippini, Martin Lauterburg, Valter Luca Signorile.
Wunderkammer Langenthal: Selezione di porcellane della Manifattura Langenthal dal 1900 al 1970.


Immagine fornita dal promotore (Carlo Cotti (1903-1980), Lugano che scompare. Villa Ciani di maggio, 1960. Oil on canvas, 74 × 61 cm. Private collection, Switzerland.)