Lo stato della libertà ai tempi del Covid

Quando e Dove

Prezzo

Evento Gratuito

Promotori

Circolo Liberale di Cultura Carlo Battaglini
Via Vegezzi 4
6900 Lugano
[email protected]
www.circolobattaglini.ch

Extra

Iscrizione obbligatoria, posti limitati: Per disposizioni Covid del LAC l’iscrizione alla serata è obbligatoria attraverso il seguente link: https://doodle.com/poll/rptd7akyixa2rirp Nome e cognome dei partecipanti saranno visibili solo agli organizzatori e prima dell’entrata nella sala sarà richiesto a tutti di specificare il proprio recapito telefonico.

Durante lo stato di necessità tutti i Governi, anche quello svizzero, hanno esercitato pieni poteri e con essi hanno applicato misure inedite, mettendo in discussione le libertà fondamentali dell'individuo: la limitazione degli spostamenti, il divieto di assembramenti, l’isolamento degli anziani… Misure – nell’inedita urgenza – più che necessarie dal punto di vista sanitario, che hanno tuttavia sollevato anche perplessità. Si è trattato infatti (e in parte ancora si tratta) di modalità di governo sconosciute, che possono portare a cambiamenti sociali profondi e radicali qualora non vengano gestiti, mettendo a rischio il concetto stesso di democrazia. L’assenza di controllo e approvazione di un parlamento, così come la separazione dei poteri prevista nel nostro ordinamento costituzionale sembrano per esempio divenuti una opzione tra le diverse, orpelli un po’ scomodi e non tanto utili.
In definitiva, una situazione eccezionale può essere incostituzionale? Può uno stato di necessità mettere in pericolo la libertà e la democrazia?

Relatori:

Prof. Francesca Rigotti: Filosofa e saggista, Dr.rer.pol., Dr. habil. Insegna all’Università della Svizzera italiana a Lugano. È stata visiting fellow all’Università di Princeton e docente nelle Università di Zurigo e Gottinga. È autrice di una trentina di monografie. Affronterà il tema dal punto di vista etico e filosofico-politico

.
Dr. Roy Garré, Presidente della Corte dei reclami penali del Tribunale penale federale. Storico del diritto. Dal 2013 al 2017 è stato presidente dell’Associazione svizzera dei magistrati e dal 2016 è membro della Commissione di ricorso sulla magistratura del Canton Ticino. Affronterà il tema dal punto di vista storico-giuridico.

Moderatore: Carlo Silini, scrittore e caporedattore presso il Corriere del Ticino

Immagine da pixabay.com