Stagione 2022/2023 dell’OSI

Presentata la stagione 2022/2023 dell’OSI: alla tradizionale attività concertistica si accostano nuove idee per incuriosire il pubblico nei confronti della musica classica. Un nuovo ciclo nella vita dell’OSI che marca un ritorno alla musica vissuta pienamente dal vivo.
24 Maggio 2022
di Silvia Onorato
Salva nei preferiti
Salvato

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
© Kaupo Kikkas

La stagione 2022/2023 dell’OSI prosegue la collaborazione artistica con il direttore principale OSI Markus Poschner e il direttore artistico-amministrativo Christian Weidmann, all’insegna di una offerta di qualità, in continuità con il passato e con una prospettiva propositiva per il futuro.
Accanto agli appuntamenti tradizionali dell’attività concertistica, asse portante dell’orchestra sinfonica, si pongono iniziative che aprono a nuovi orizzonti.
La stagione si aprirà con “La Traviata”, nuova produzione del LAC, cui seguiranno dieci concerti di grande repertorio di OSI al LAC (tra autunno 2022 e primavera 2023 presso la Sala Teatro del LAC), e quattro concerti fantasiosi di OSI in auditorio (gennaio e febbraio all’Auditorio Stelio Molo della RSI, storica sede dell’OSI). Anche questa stagione sarà contraddistinta dalla presenza di numerosi solisti e direttori, Martha Argerich (Concerto di San Silvestro), Julia Fischer, Sol Gabetta (II edizione del Festival Presenza), Christian Gerhaher, Charles Dutoit, Krysztof Urbanski. Proseguirà poi il progetto sperimentale “Tracce”, con cui sotto la direzione di Poschner vengono rilette le opere sinfoniche di Čajkovskij, in collaborazione con il Conservatorio della Svizzera italiana e il Conservatorio internazionale di scienze audiovisive.
L’OSI esce dalle sale del LAC e si avvicina al vasto pubblico con il nuovo progetto, intitolato “be connected”: una iniziativa composta di cinque appuntamenti fuori dalle mura del LAC che intendono incuriosire il pubblico che non conosce la classica, creare occasioni di incontro e rafforzare la comunità. Gli appuntamenti spaziano da un concerto al Monte Tamaro per festeggiare i 50 anni di attività (03.07), a concerti al Centro professionale di Trevano e alla Scuola cantonale di commercio di Bellinzona (10.10); due pranzi con il direttore Poschner e i musicisti dell’Orchestra (19.10 e 19.04), e una trasferta dell’OSI al Vanilla, durante la quale verrà suonata la Terza sinfonia di Čajkovskij (14.03).
Numerose gli eventi speciali, come il Concerto di Natale presso le Officine, Concerto del Venerdì Santo presso la Chiesa Collegiata in collaborazione con il coro della RSI, i Concerti per le scuole a marzo, le passeggiate musicali al LAC e i concerti-spettacoli per bambini, tra le numerose attività per famiglie. L’OSI andrà anche in trasferta, quale ambasciatrice dell’attività musicale della Svizzera italiana, con concerti a Basilea, Zurigo e Coira, tournées in Nord Italia, al Bodenseefestival in Germania, e presso la Isar Philharmonie Monaco di Baviera.
Da ultimo, sebbene la stagione inizi a settembre, l’OSI non si ferma d’estate: da scoprire i concerti cameristici all’aperto della rassegna LAC en plein air.

La prevendita degli abbonamenti per la stagione 2022/2023 fino al 30.06. Nel mese di agosto aprirà la vendita dei biglietti per i singoli concerti.
Maggiori informazioni: osi.swiss

Lascia un commento

Articoli più letti

2 Dicembre 2021
di Silvia Onorato

Articoli correlati